L'autofinanziamento

Appunto inviato da fabyo
/5

Appunti schematici di Economia Aziendale sull'autofinanziamento come variazione del capitale circolante netto e il calcolo del Cash Flow operativo. (9 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

L'AUTOFINANZIAMENTO [AF] E' UN FENOMENO GESTIONALE CHE DETERMINA LA FORMAZIONE NELL'IMPRESA DI RISORSE FINANZIARIE [TEMPORANEAMENTE O PERMANENTEMENTE DISPONIBILI], IN RAPPORTO ALLA DINAMICA DEI COSTI E DEI RICAVI E DEI RELATIVI FLUSSI FINANZIARI L'AUTOFINANZIAMENTO [AF] E' UN FENOMENO GESTIONALE CHE DETERMINA LA FORMAZIONE NELL'IMPRESA DI RISORSE FINANZIARIE [TEMPORANEAMENTE O PERMANENTEMENTE DISPONIBILI], IN RAPPORTO ALLA DINAMICA DEI COSTI E DEI RICAVI [ MIGLIOR RAPPORTO TRA INVESTIMENTI E FONTI ESTERNE] N.B.
IL RAGIONAMENTO VIENE SVOLTO IN BASE ALLE SEGUENTI IPOTESI: LA GESTIONE SI SVOLGE IN CONDIZIONI DI NORMALE ECONOMICITA' NON C'E' PRODUZIONE AD USO INTERNO NON C'E' GESTIONE EXTRACARATTERISTICA NON CI SONO COMPONENTI DI REDDITO STRAORDINARIE SE VP = CP+Of+RGL VP CP+Of+R Ef = Rm = Rv A) Uf SUBITO B) Uf POI C) Uf SUBITO D) Uf POI E) Uf SPECIFICHE MAI F) Uf POI G) Uf POI H) Uf POI Uf SPECIFICHE MAI N.B. LE Ef POSSONO ESSERE COSI' CLASSIFICATE A - C = CAPITALE RIGENERATO D - E = CAPITALE RIGENERATO B - F - G - H - I = CAPITALE AUTOGENERATO A - C = CAPITALE NON DISPONIBILE B - D - F - G - H = CAPITALE TEMPORANEAMENTE DISPONIBILE E - I = CAPITALE PERMANENTEMENTE DISPONIBILE B - G = CAPITALE TEMPORANEAMENTE DISPONIBILE PER EFFETTO DI UN DEBITO CON SOGGETTI ESTERNI D - E - F - H - I = CAPITALE TEMPORANEAMENTE O PERMANENTEMENTE DISPONIBILE PER EFFETTO DI MECCANISMI INTERNI AF IN SENSO STRETTO: + UTILI ACCANTONATI A RISERVA AF IN SENSO AMPIO [REDDITO SPENDIBILE] + RN + AMMORTAMENTI + ACCANTONAMENTI AI FONDI RISCHI [RN + Cnm] CALCOLO DELL'AF METODO REDDITUALE DIRETTO AF = Rm - [Cmv + Of] - [ACC.TO TFR + ACC.TO PER IMPOSTE] MA, DATE LE IPOTESI AF = Rm - [Cmv + Of] = = Rv - [Cffs + RI MP - RF MP + RI P - RF P +Of] = =Rv - [Cffs - (RF MP - RI MP) - (RF P - RI P) + Of] = = Rv - [Cffs - ? R MP - ?RP + Of] MA ANCHE = [Rv + ? RP] - [Cffs - ?R MP + Of] METODO REDDITUALE INDIRETTO AF = RN + AMM.TI + ACC.TI F.DI RISCHI AF E PERDITE N.B.
C'E' AF SE Cnm > PERDITA E Rv > Cmv + Of NON C'E' AF SE Cnm ? PERDITA E Rv ? Cmv + Of AF IN PRESENZA DI Rnm SENZA Rnm Rm = Cmv + Of + Cnm + RN AF = Rm - [Cmv + Of] AF = RN + Cnm CON Rnm Rm + Rnm = Cmv + Of + Cnm + RN POSTO CHE AF = Rm - [Cmv + Of] DATO CHE Rm - [Cmv + Of] = Cnm + RN - Rnm AF = RN + Cnm - Rnm AF IN PRESENZA DI R E C EXTRACARATTERISTICI AF = Rm - (Cmv + Of) = = (Rv + Rextracaratt) - (Cmv + Cmextracaratt + Of) = RN + Cnm = RN + Cnmcaratt + Cnmextracaratt 1 Rm = Cmv +Cnm +Of RGL +RGL Ef =[Em + CRED. FUNZ.] Uf? Cmv TRA CUI: ACC.TO TFR Of AMMORT. ACC.TI PER PERDITE FUTURE PRES. ACC.TI PER ONERI FUTURI PRESUNTI ACC.TO PER IMPOSTE UTILI DA DISTRIBUIRE UTILI DA PORTARE A RISERVA Uf? Rv -RI PROD +RF PROD + RI PROD -RF PROD =Rv = = Rm C. ACQ. ffs +RI MP -RF MP + RI PROD RF PROD + Cnm +Of +RGL C. ACQ. ffs +RI MP -RF MP +Cnm +Of +RGL Rv -RI PROD +RF PROD COSTO DEL VENDUTO + Of +RGL ALLORA RICAVI DI VENDITA Cmp Cmv Rv PERDITA Cmv Of Cnm = SE ALLORA