Economia e gestione di una azienda agraria

Appunto inviato da turyfree
/5

Il concetto economico di azienda.Il concetto economico di impresa.Come redigere un bilancio.Il Reddito Netto Aziendale.Gli investimenti in agricoltura.(formato word 28 pagg.) (0 pagine formato doc)

Ethan Frome - CAPITOLO 1 - L'ECONOMIA E LA GESTIONE DELLA AZIENDA AGRARIA L'Economia della Azienda Agraria si occupa dello studio dei rapporti economici tra l'azienda, l'impresa agraria e l'ambiente economico nel quale esse si trovano.
La Gestione della Azienda Agraria ha come scopo lo studio e la ottimizzazione della gestione dell'azienda e dell'impresa agraria. Tale obiettivo viene raggiunto attraverso l'uso di adeguati strumenti di indagine dei processi produttivi e delle caratteristiche tecnico - economiche aziendali. Gli strumenti più utilizzati sono i seguenti: inventari dei mezzi di produzione, stato patrimoniale, bilancio e conti colturali, analisi dei capitali aziendali, analisi degli investimenti effettuabili dall'imprenditore secondo la loro convenienza e la loro compatibilità con l'esistente, determinazione e analisi del costo di esercizio delle macchine agricole, realizzazione di piani di concimazione e determinazione dei costi relativi. In questa sede verrà trattato il bilancio aziendale la cui conoscenza è la base indispensabile di una corretta tecnica di gestione e analisi dell'attività aziendale.
1.1 Concetto economico di azienda. L'Economia considera l'azienda come un insieme di fattori produttivi scelti e organizzati dall'Imprenditore Puro. I fattori produttivi vengono raggruppati nelle 4 categorie fondamentali seguenti: Terra o Natura: riguarda i fattori naturali terreno, acqua, ecc.; Capitale: riguarda il denaro necessario all'azienda; Lavoro: riguarda tutta l'attività umana, sia manuale che intellettuale necessaria all'azienda; Organizzazione: consiste nella scelta delle quantità e qualità dei fattori produttivi, delle relazioni e proporzioni tra loro e del tipo e modo di produzione a cui destinare l'attività aziendale. Volendo paragonare l'azienda ad una macchina da corsa si può immaginare l'Imprenditore Puro come colui che la progetta e la costruisce. Questa suddivisione dei fattori produttivi ha valore concettuale perché serve a individuare i sacrifici economici (costi) e i benefici economici (ricavi) connessi ad ogni fattore produttivo fondamentale. Il concetto di costo e di ricavo non ha un valore assoluto ma relativo alla Persona Economica che fornisce un dato fattore (ricavandone un beneficio) o che lo utilizza (sostenendo un costo). La Persona Economica è quella persona teorica che fornisce o utilizza un dato fattore produttivo fondamentale. Nella pratica non esiste, o meglio, ognuno di noi (che possiamo indicare col termine di persona concreta) effettuando una attività imprenditoriale, può ritrovare in sé stesso più persone economiche. L'Economia individua le seguenti Persone Economiche: il Proprietario che fornisce il fattore Terra o Natura, il Capitalista che fornisce il fattore Capitale, il Lavoratore che fornisce il fattore Lavoro, l'Imprenditore Puro che fornisce il fattore Organizzazione. L'Imprenditore Puro ha bisogno, per realizzare l'azienda, dell'uso dei fattori produttivi Terra, Capitale e Lavoro. L'uso