Economia e Gestione delle Imprese Internazionali

Appunto inviato da mimmocaruso
/5

Strategie di sviluppo internazionale, il concetto di globalizazazione di Porter e tipologie di strategie internazionali nei settori globali . (73 pag - formato word) (0 pagine formato doc)

CAP CAP.I: STRATEGIE DI SVILUPPO INTERNAZIONALE · Spiegare la sovrapposizione che spesso si riscontra tra i paradigmi teorici delle strategie dell'internazionalizzazione e quelli interpretativi delle modalità di attuazione delle strategie.
Su quali argomenti dovrebbero focalizzarsi i due paradigmi? Non è semplice fare riferimento a teorie e paradigmi non ambigui che riescano a dare una univoca interpretazione del fenomeno dell'internazionalizzazione. In letteratura i paradigmi propri di una strategia internazionale spesso si sovrappongono a modelli e meccanismi descrittivi delle modalità di attuazione delle strategie. A rigore, i "paradigmi e le strategie di sviluppo estero" sono quelli che chiariscono "cosa" si vuol fare (entrare/uscire da mercati; acquisire/dismettere attività; ecc.); le "modalità di attuazione delle strategie" vanno invece inquadrate nella sfera organizzativa dell'impresa, e chiariscono "come" penetrare in un mercato.
Famoso è il dibattito sull'appartenenza o meno delle scelte di integrazione alla sfera organizzativa o strategica: in letteratura l'integrazione è considerata una "strategia" di sviluppo dimensionale, ma sembra più logico farla rientrare tra le "modalità di attuazione" delle strategie. I paradigmi delle strategie d'internazionalizzazione sono finalizzati a definire il VETTORE DELLA CRESCITA (direzione, intensità e verso della crescita); i paradigmi delle modalità di attuazione delle strategie riguardano, invece, il problema della ricerca delle forme organizzative che meglio possono supportare lo sviluppo, ed il problema della ricerca della più razionale allocazione delle risorse tra modalità alternative. E' chiaro, tuttavia, che in una visione unitaria del processo strategico che deve guidare l'imprenditore nel perseguire le sue scelte, strategie e modalità di attuazione delle stesse rappresentano problematiche strettamente correlate, che portano ad una circolarità del processo decisorio, ed è presumibile che proprio l'esistenza di questo processo circolare "strategie-modalità" sia stata una delle determinanti della sovrapposizione tra le diverse concettualizzazioni teoriche. · Descrivere l'INTERNALIZATION THEORY della Reading School e le teorie di Coase e di Williamson sull'internazionalizzazione: L'Internalization theory della Reading School occupa un ruolo centrale nel filone di studi dell'international business theory. Alla base di tale teoria vi è l'assunto che le imprese multinazionali perseguono decisioni di crescita dimensionale attuate mediante investimenti diretti all'estero (creazione di mercati interni), allorquando i mercati esterni sono inesistenti oppure imperfetti. Per "mercato interno" si intende l'impresa e tutte le attività dell'impresa internalizzate; per "mercato esterno" si intendono tutti quei mercati in cui l'impresa non opera con relazioni di proprietà; per "mercato imperfetto", infine, si intende un mercato che si discosta da quello di concorrenza perfetta, con imperfezioni di costi tal