Evoluzione della struttura organizzativa dell'azienda

Appunto inviato da motorway
/5

Appunti di economia e gestione delle imprese:la struttura gerarchica tradizionale aziendale,le azioni fondamentali sui ricavi.(formato word 2 pg) (0 pagine formato doc)

EVOLUZIONE DELLA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL'AZIENDA EVOLUZIONE DELLA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL'AZIENDA Mutazione nel tempo del sistema organizzativo x mantenere la competitivita' e garantire quindi la sopravvivenza dell'I sul M.
Il sistema organizzativo e' il supporto x le decisioni dell'I. Teoria Modernala struttura organizzativa deve essere flessibile Teoria Classica focalizzazione su variabili interne STRUTTURA ORGANIZZATIVA CLASSICA:LA STRUTTURA GERARCHICO FUNZIONALE gradi definiti di poteri e responsabilita', poco potere alla base, accentramento del potere di decisionefrena lo sviluppo dell'I Irrigidimento del flusso informativo: l'inform. ha difficolta a trasmettersi al vertice,la base ha contatto con il clienterallenta l'organizz.
decisionale,poca autonomia ai collaboratori, non esiste la responsabilizzazione a bassi livelli ripartizioni x fz. dell'I. Dir.Gen- Staff, coordina le varie fz. dell'I.Le fz. vanno intese come aree strategiche d'affari, ma questo e' stato 1 recente mutamento.Prima le fz . erano viste come compartimenti stagni. Abbiamo 1 settorializzazione interna L'I. transnazionale non opera + solo in 1 M ma lo espande fuori dalla nazione. Siamo passati da 1 soc. Ind. ad 1 dell'informazione (da 1 M incentrato sul prodotto ad 1 incentrato sui consumatori) Rischio imprenditoriale connesso al non-conseguimento di utili che porta ad 1 fallimento d'I dato da 1 dissonanza delle variabili interne(variabili economiche C e R) dell'organizzazione imprenditoriale. Rischio sopravvivenza Icollegato alle variabili del M e sono : -D: insieme dei clienti -O: concorrenti Impresa flessibile quando e' in grado economicamente e tempestivamente di adeguarsi alle mutevoli condizioni di M Integrazione settorialecapacita' d' interazione tra le varie sezioni.Essa fa riferimento alle politiche sui ricavi.Potenziamento del flusso informativo. Azione sui costi tendono ad elasticizzare la struttura dell'I , ovvero sostituire dei C.F con dei C. V., quindi se aumenta la produzione aumentano i costi, pero' l'incremento dei ricavi avverra' in modo che proporzionale rispetto ai C.Se la produzione diminuisce , diminuiamo i ricavi ma anche i costi in quanto sono variabilistruttura perfettamente legata alle mutazioni del M Azione sui ricavi tendono a stabilizzare il flusso di ricavi che,lasciato incontrollato risentirebbe delle tendenziali condizioni di variabilita' del M. I ricavi ripartiti equamente sui vari mesi dell'anno permettono 1> organizzazione dell'I Stabilizzazione dei flussi dei ricavisostituire la spezzata con 1 retta AZIONI FONDAMENTALI SUI RICAVI: 1.Espansione pura della produzione il M e' capiente, quindi l'I ha le risorse x aumentare la produzione e il collocamento dei prodotti e' remunerativo rischio alto in quanto vi e' produzione di monoprodotto.Se la D crolla x cause esterne l'I e' fuori dal M. Per ridurre il rischio imprenditoriale e di sopravvivenza prendo in considerazione altre azioni 2.Differenziazione segmentare il M all'interno del