Nascita del turismo di massa: riassunto

Appunto inviato da fresy80
/5

Quando nasce il turismo di massa: riassunto (2 pagine formato doc)

NASCITA DEL TURISMO DI MASSA: RIASSUNTO

La nascita del turismo di massa.

I cambiamenti tecnologici, sociali e politici che caratterizzano l’Europa tra il XIX e l’inizio del XX secolo determinano l’ultima fase del processo evolutivo del turismo la cui pratica era restata, per lo più, circoscritta a piccoli gruppi sociali. Solo nel secolo attuale si afferma come fenomeno di massa, espressione di un nuovo tessuto socio-economico  e dell’interazione dei fattori cui dipende: aumento del tempo libero e del reddito disponibile, sviluppo dei mezzi di trasporto, innalzamento del livello di alfabetizzazione, ecc.
Ogni cittadino di un paese sviluppato, quindi, si trasforma in un potenziale turista poiché, sia per moda, sia per decisione consapevole, ha la facoltà di impiegare il proprio tempo libero sotto un cielo diverso da quello abituale. Se i viaggi erano “sacri” per le civiltà antiche, tali divengono anche le vacanze moderne (il termine holiday deriva proprio holy-day, giorno sacro) ma solo in quanto la sacralità equivale (unicamente) a indispensabilità.
Molteplici fattori determinano tale evoluzione.

Nascita del turismo moderno: sviluppo ed evoluzione


QUANDO NASCE IL TURISMO DI MASSA

In primo luogo, nel secolo XIX si verifica un ulteriore incremento della popolazione mondiale. In secondo luogo, si verifica, soprattutto verso la fine del secolo, un aumento vorticoso dello sviluppo industriale e del commercio. Tale crescita fu possibile grazie all’azione congiunta di una serie di fattori tra cui prevale la libertà di movimento di merci e di persone: a coloro che si recavano all’estero non erano imposte formalità di tipo burocratico come visti e passaporti. La generale stabilità politica consentita da un lungo periodo di pace e l’adozione del gold standard che assicurava certezza e solidità ai cambi, contribuirono all’intensificazione degli scambi e ai trasferimenti di persone e capitali. Ma, indubbiamente, il fattore decisivo fu la modernizzazione dei mezzi di trasporto. La rivoluzione dei mezzi di trasporto, unita alla diffusione del progresso economico, offrì in definitiva la possibilità di effettuare viaggi ed escursioni velocemente ed in tutta sicurezza, rendendo il turismo un costume sociale. 

Storia del turismo: riassunto


LA NASCITA DEL TURISMO

Gli inglesi, antesignani del turismo di massa, dato l’alto indice dello sviluppo industriale della madre patria, godevano di un maggiore benessere che consentiva loro di riversarsi a “ondate” nei paesi europei in tutti i periodi dell’anno; questo afflusso continuo giustifica la presenza nel vocabolario turistico internazionale di tanti termini inglesi (line, comfort, express, ecc.) e la diffusione in Europa di molti alberghi battezzati “d’Angleterre”, “Britannic”, Windsor”, ecc. Il turismo, ormai considerato essenzialmente per la sua valenza economica, appare trasformato dai mutamenti socio-economici. I fattori del mutamento sono soprattutto l’aumento del reddito procapite e del risparmio individuale, il processo di alfabetizzazione e di diffusione della cultura e della stampa (i libri ed i giornali ampliavano la conoscenza e suscitavano curiosità di visite dirette), l'acquisizione progressiva del diritto alle ferie pagate, e, infine, le misure intraprese dai governi, consapevoli dell’importanza del fenomeno, per coinvolgere nei flussi finanziari le classi meno abbienti e per incentivare l’afflusso dei forestieri.