Vari esercizi di Economia aziendale

Appunto inviato da fabyo
/5

Esercizi su: punto di pareggio, margine di contribuzione lordo e netto, ROE, ROI, capitale circolante netto, autofinanziamento e Cash Flow. (9 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

ESERCIZIO SUL BEP ESERCIZIO SUL BEP Nel corso del 1999, l'impresa ELLE2 produce e vende 500 unità del prodotto Alfa, rilevando i seguenti dati di gestione (valori in migliaia di Euro): costi fissi = 17.400 margine di contribuzione lordo unitario = 50 prezzo di vendita = 130 Si calcolino: il punto di pareggio, il margine di sicurezza ed il risultato economico; la variazione di unità prodotte e vendute (?q) necessaria per mantenere invariato il margine di sicurezza nell'ipotesi che, a parità di condizioni, il prezzo di vendita scenda a 120.
SVOLGIMENTO PUNTO 1 Calcoliamo il punto di pareggio con la formula qx = CF / (p - v) qx = 17.400 / 50 = 348 unità Calcoliamo il margine di sicurezza come differenza tra la quantità prodotta e venduta dall'impresa e il punto di pareggio sx = 500 - 348 = 152 unità Calcoliamo il risultato economico come differenza tra il margine di contribuzione totale e i costi fissi RE = MC - CF = m x q - CF = 50 * 500 - 17.400 = 7.600 Euro PUNTO 2 Il prezzo di vendita non è più 130 MA 120 Dobbiamo determinare il nuovo punto di equilibrio, quindi la quantità prodotta e venduta che mantiene inalterato il margine di sicurezza. Determiniamo il costo variabile unitario: v = 130 - 50 = 80 quindi il nuovo margine di contribuzione unitario: m = 120 - 80 = 40 Infine il nuovo punto di equilibrio: q'x = CF / m = 17.400 / 40 = 435 unità Siccome il margine di sicurezza deve essere sempre di 152 unità, q sarà: q' = q'x + sx = 435 + 152 = 587 unità Vediamo ora la variazione della q: q' - q = 587 - 500 = + 87 unità QUINDI q deve aumentare di 87 unità ESERCIZIO SU MCL E MCN La società ESSE S.r.l.
realizza e vende due prodotti. Il prodotto A ha un prezzo unitario di 250 euro e nel corso dell'anno 1999 ne sono state vendute 10.000 unità. Il prodotto B ha un prezzo unitario di 280 euro e nel corso dell'anno ne sono state vendute 7.500 unità. I costi variabili unitari dei due prodotti sono pari rispettivamente a 120 e 180 euro. I costi fissi totali ammontano a 1.700.000 euro. Si calcolino: il margine di contribuzione lordo, unitario e globale, per prodotto; il margine di contribuzione netto globale per prodotto, nell'ipotesi che tra i costi fissi siano compresi ammortamenti diretti pari a 400.000 euro per A ed a 800.000 euro per B; il risultato economico d'esercizio. SOLUZIONE Calcoliamo dapprima il mcl unitario come differenza tra il prezzo di vendita e il costo variabile unitario: mcl-A = 250 - 120 = 130 mcl-B = 280 - 180 = 100 Moltiplicando il mcl unitario per il n° di prodotti venduti otteniamo il MCL globale per ciascun prodotto: MCL-A = 130 x 10.000 = 1.300.000 MCL-B = 100 x 7.500 = 750.000 Togliendo al MCL globale i costi fissi di diretta imputazione ai due prodotti otteniamo infine il MCN globale: MCN-A = 1.300.000 - 400.000 = 900.000 MCN-B = 750.000 - 800.000 = - 50.000 Infine, calcoliamo il risultato economico d'esercizio sottraendo dal MCN generato dai due prodotti i costi fissi comuni: CF comuni = 1.700.000 - 1.200.000 = 500.000 RE = 90