Apparato Muscolare e Alcool

Appunto inviato da kikkathebest92
/5

Analisi delle caratteristiche dell'apparato muscolare e degli effetti sull'uso e/o abuso dell'alcool (3 pagine formato doc)

APPARATO MUSCOLARE Qualunque movimento è dato dall’input proveniente dal sistema nervoso che va a eccitare, qndi a far contrarre un muscolo.
Il muscolo è costituito di cellule che sono organizzate e specializzate per contrarsi. Tali cellule sn anche dette fibre muscolari e godono di qst propietà:

Eccitabilità_ capacità di reagire agli stimoli provenienti dal sistema nervoso attraverso i neuroni.

Contrattilità
_ capacità di rispondere allo stimolo nervoso contraendosi

Elasticità_ capacità di subire delle modificazioni nella lunghezza, ritornando alla lunghezza iniziale.

Tonicità_ capacità di mantenere sempre (anche in stato di riposo) una certa tensione muscolare (tono muscolare) per garantire le funzioni vitali.

Tipi di muscoli:

Muscoli lisci a contrazione involontaria_ il loro funzionamento è quasi sempre indipendente dalla volontà. ES digestione, respirazione, circolazione, riproduzione.

Muscolo cardiaco_è presente solo nel cuore.
Ha un’azione involontaria ma una muscolatura striata tipica di quella volontaria. Molto più resistente dei muscoli scheletrici, è in grado di contrarsi continuamente, ritmicamente, senza mai manifestare affaticamento.

Muscoli striati o scheletrici_ costituiscono la maggior parte della muscolatura e sono deputati al movimento volontario e riflesso. Alcuni movimenti sono stati ripetuti così frequentemente che sono detti automatici, ma sono comunque movimenti volontari.

Il tessuto muscolare contraendosi sposta le ossa nei piani dello spazio, permettendo movimenti e azioni. I muscoli sono disposti lungo lo scheletro al quale si collegano mediante i tendini(cordoni composti da fasci di tessuto connettivo fibroso molto resistenti e poco elastici). Il muscolo striato scheletrico è costituito da due estremità (i tendini) e da una parte generalmente centrale, il ventre:

Il ventre
è avvolto da uno strato esterno di tessuto connettivo (epimisio) che lo rende compatto e ne definisce la forma e la superficie. Il ventre è costituito da vari fasci di cellule:

Ciascun fascio di fibre è tenuto insieme da una guaina di tessuto connettivo chiamato perimisio, che è innervato e irrorato da diversi capillari.

Ciascuna fibra muscolare
è costituita da una membrana esterna (sarcolemma) che racchiude immerse nel liquido citoplasmatico (sarcoplasma) i mitocondri e molte fibre più piccole dette miofibrille.