Alimentatore duale

Appunto inviato da dani83
/5

Analisi,relazione circuitale e realizzazione di un alimentatore duale. (3 Pag - Formato Word) (0 pagine formato doc)

ALIMENTATORE DUALE Zingaro Daniele 4°E ALIMENTATORE DUALE L'alimentatore stabilizzato deve essere di tipo duale e fornire le tensioni V0=+12 V & -12V con una corrente massima I0=1A.
Deve essere dotato di strumenti misuratori della tensione e della corrente erogate. ANALISI Per i due regolatori di tensione si possono scegliere il 7812 e il 7912 oppure gli equivalenti LM340 e LM320. Il 7812 è un regolatore di tensione in grado di fornire una tensione pari a +12V con una corrente massima di 1A e più. Il regolatore è provvisto interamente di limitatore di corrente e di protezione termica. In caso di cortocircuito il limitatore non consente che la corrente di uscita superi il valore massimo di 1,5A.
La protezione termica a sua volta interviene quando la temperatura del chip si avvicina a valori pericolosi per l'integrità del componente, interrompendo l'erogazione di corrente. Il regolatore 7912 fornisce una tensione fissa negativa pari a -12V. La massima corrente erogabile supera 1A (circa 1,5A). Anche questo circuito integrato è provvisto di limitazione di corrente e di protezione termica. SOLUZIONE CIRCUITALE Il ponte di raddrizzamento PR1, collegato al secondario a presa centrale del trasformatore T1, fornisce le tensioni raddrizzate ai condensatori di filtro, rispettivamente C1 per la sezione dell'alimentatore e C2 per quella negativa. PONTE di RADDRIZZAMENTO: adatto a sopportare una corrente media di 3A e una tensione inversa di 100V. DISSIPATORE: la max. dissipazione di potenza sul regolatore di tensione si verifica in corrispondenza dell'erogazione della max. corrente I0=1A. Tenendo presente che il valore medio della tensione in ingresso del regolatore vale Vi=V0=16V, si ricava dall' equazione: PD=(Vi-V0)I0= (16-12)x1= 4W Considerando che la temperatura di lavoro max. consigliata per il chip del circuito integrato è Tj (max)=125 °C e prevedendo di collocare la basetta con il regolatore all'interno di un contenitore, per cui appare ragionevole assumere per la temperatura ambiente il valore Ta=60 °C, si ricava che la resistenza termica giunzione-ambiente deve essere inferiore al valore max. Essendo il contenitore dei nostri regolatori del tipo TO220, risulta che la resistenza termica è ?ja=54 °C/W, decisamente superiore al max. valore consentito. È necessario pertanto dotare ciascun regolatore di un dissipatore. Si è scelto per ognuno dei due regolatori un dissipatore ad U in alluminio annerito con resistenza termica ?sa=8 °C/W. INDICATORI di TENSIONE e di CORRENTE: per visualizzare i valori della tensione e della corrente erogate abbiamo optato per due classici strumenti analogici da pannello, che abbiamo collegato rispettivamente in parallelo e in serie all'uscita positiva. INDICATORI di ACCENSIONE: il LED D3 ha il compito di segnalare che l'alimentatore è acceso. Prevedendo una corrente ID3= 10 mA, per il dimensionamento di R1 si ha: R1=(V0-VD3)/ID3= (12-1,7)/10= 1K? ALTRI COMPONENTI: sull'ingresso e sull'uscita dei regolatori sono disposti i