Convertitore ADC 0804

Appunto inviato da alby158
/5

Relazione di laboratorio sul convertitore ADC 0804 . (4 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

Rosa Alberto ADC 0804 Convertitore A/D con visualizzazione esadecimale su due display Schema elettrico Strumenti utilizzati ADC0804; varie resistenze e condensatori; 2 integrati 9368; 2 display a 7 segmenti a catodo comune; alimentatore +5V; multimetro digitale; oscilloscopio; fili di collegamento, basetta millefiori.
Procedimento Dopo aver montato correttamente il circuito come mostra in figura, si è misurato con il multimetro il potenziale dell'ingresso Vref/2 e lo si è portato al valore 2,5V agendo sul potenziometro R9. Vi (V) n (esad.) n (dec.) 0 00 00 0,5 17 23 1 30 48 1,5 47 71 2 60 96 2,5 78 120 3 90 144 3,5 AA 170 4 E0 192 4,5 D7 215 5 F8 248 Si è collegato con un ponticello l'uscita INTR all'ingresso WR in modo che il convertitore “triggera se stesso”. È stato comunque necessario applicare manualmente il primo impulso chiudendo e poi riaprendo l'interruttore WR.
Si è inoltre tenuto il convertitore abilitato alla letture con l'interruttore RD chiuso. A questo punto agendo sul potenziometro R6 si è notato variare le due cifre sui display. Si è compilato infine la tabella qui a fianco scrivendo il numero in esadecimale visualizzato sui display corrispondente al valore di tensione in ingresso e il corrispondente valore in decimale Richiami teorici ADC 0804 È un convertitore analogico digitale ad 8 bit ad approssimazioni successive in tecnologia CMOS che si presenta in un contenitore DIP a 20 pin e funziona con una sola tensione di alimentazione Vcc = +5V. Possiede due ingressi analogici Vin (+) e Vin (-) che comandano un differenziale interno a guadagno unitario sicché il dato digitale di uscita risulta proporzionale alla differenza Vin (+) - Vin (-). Il circuito di clock è interno ma la frequenza fCK dipende dalle rete esterna R-C che si inserisce. È possibile applicare un clock esterno ma, in tal caso, si evita l'uso della rete R-C. Se al piedino Vref/2 si applica una tensione costante pari a 2,5V l'intervallo dei valori della tensione di ingresso (span) va da 0 a 5 V. Si noti inoltre che Vref/2 = 2,5V rappresenta il valore della tensione di ingresso in grado di porre ad 1 il bit più significativo (MSB) DB7. Il convertitore presenta, inoltre, le seguenti linee di controllo: CS: Chip select (attiva bassa). Se CS = 1 non è possibile avviare alcuna conversione ed inoltre le uscite digitali, essendo tri-state, si pongono nello stato di alta impedenza. WR: Write (attiva bassa). Ponendo CS = WR = 0 si inizia una conversione A-D e la linea INTR se bassa, si porta al livello alto. RD: Read (attiva bassa). Ponendo CS = RD = 0 si rende disponibile in uscita il byte convertito purché la precedente conversione ha avuto termine. Anche in questo caso INTR, se bassa, si porta al livello alto. INTR: Interrupt (attiva bassa). È una linea di uscita che si trova nello stato alto durante la conversione e compie la transizione negativa quando tale conversione ha termine. Questa linea ritorna al livello alto quando si attiva una successiva conversi