Esempio di progettazione di un impianto elettrico industriale

Appunto inviato da jhonny81
/5

Relazione tecnica da allegare al progetto di un impianto elettrico industriale (l'esempio è riferito all'impianto elettrico di una falegnameria). (13 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Rifacimento di un impianto elettrico di un falegnameria Esempio di relazione tecnica da allegare a progetti di impianti elettrici industriali (ad uso scolastico) Oggetto: Impianto elettrico di una falegnameria DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO Relazione tecnica; Schema elettrico generale; Potenza installata, assorbita e relativi dimensionamenti; Tabelle e diagrammi di coordinamento delle protezioni; Elenco dei componenti elettrici; Elenco delle condutture elettriche; Specifiche tecniche dei componenti elettrici; Schemi delle apparecchiature assiemate di protezione e di manovra; Disegni planimetrici..
Impianto elettrico di un falegnameria Il committente è titolare di una piccola falegnameria che esegue lavori in legno per conto terzi , impiegando n.5 addetti.
Il progetto richiede la determinazione della potenza contrattuale per la stipulazione del contratto di fornitura dell'energia elettrica. A causa della presenza di macchine che assorbono notevole potenza reattiva induttiva, l'impianto risulta notevolmente sfasato ed e quindi necessario eseguire anche il dimensionamento del rifasatore. Per quanto riguarda l'impianto di terra, l'edificio sarà dotato di un impianto autonomo collegato ad un dispersore ispezionabile posto all'esterno dell'edificio. Consistenza e tipologia dell'impianto elettrico L'impianto elettrico in oggetto è relativo a un edificio a uso industriale, con insediamento di tipo artigianale, alimentato dalla rete di distribuzione pubblica in bassa tensione e quindi privo di cabina propria. I locali interessati all'impianto, con le relative destinazioni d'uso, sono indicati nella planimetria costituente parte della documentazione di progetto: Locale adibito a falegnameria; Locale adibito ad ufficio; Locale adibito a spogliatoio e servizi igienici. Caratteristiche generali di progetto Sono stati assunti i seguenti valori e caratteristiche: Tipo di impianto: impianto elettrico utilizzatore di categoria I, con alimentazione dalla rete pubblica di bassa tensione; Punto di origine: contatore elettrico trifase posto all'esterno dell'edificio in apposita nicchia accessibile al personale addetto; Sistema di fornitura: corrente alternata trifase con neutro, con frequenza nominale 50 Hz; Tensioni nominali: 220 V per i circuiti monofase, 380 V per quelli trifase; Sistema di distribuzione: di tipo TT, con impianto di terra comune a tutte le sezioni di impianto; Correnti di corto circuito: la corrente di corto circuito presunta per guasto trifase nel punto di installazione è stata assunta pari a 6 KA, in base al valore comunicato dalla Società elettrofornitrice; la determinazione della corrente di corto circuito nei vari punti dell'impianto è riportata nella documentazione di progetto in seguito; Caduta di tensione ammissibile: si assume pari al 4% tra il punto di origine e gli utilizzatori Norme tecniche di riferimento per gli impianti e i componenti Nella scelta e nell'installazione dei vari componenti verranno rispettate le seguenti norme tecniche C