Transitorio e Regime

Appunto inviato da stefanora
/5

Appunto che spiega il comportamento del condensatore sia nel transitorio che a regime (0 pagine formato doc)

Introduzione: transitorio e regime Transitorio e regime ____                Per le conoscenze preliminari sul condensatore, in particolare le sue caratteristiche fisiche e tecnologiche, si rimanda al corso di TDP.
Un componente certamente più complesso di quelli esaminati fino ad ora (la resistenza e i generatori di tensione e di corrente) è il condensatore. E' più complesso perché quando viene analizzato in funzione del tempo o in funzione della frequenza, il suo comportamento non è sempre lo stesso, al contrario di quanto avveniva per la resistenza o per i generatori. Si ricorda a questo punto che tempo e frequenza sono i due ambienti (si dicono domìni) nei quali vengono analizzati tutti i componenti e tutti i circuiti elettronici.
Nel dominio del tempo e nel dominio della frequenza una resistenza si comporta sempre allo stesso modo (in prima approssimazione). In altri termini, sia quando essa viene sottoposta all'azione di una tensione costante per lungo tempo, sia quando viene sottoposta all'azione di una tensione che varia la propria frequenza (o di una tensione formata da diverse frequenze, come ad esempio la voce umana), essa non cambia il proprio comportamento. Lo stesso vale per il generatore di corrente o per quello di tensione. Il condensatore invece, sia nel dominio del tempo, che in quello della frequenza, varia il proprio comportamento. Questo fatto, che a volte rappresenta un inconveniente, spesso viene sfruttato per realizzare circuiti di grande utilità in campo elettronico.   IL CONDENSATORE NEL DOMINIO DEL TEMPO Il motivo per cui il condensatore varia il proprio comportamento al variare del tempo è che esso è un componente, al contrario della resistenza, ad accumulo di energia. Esso, sottoposto all'azione di una tensione, accumula l'energia che gli viene somministrata e per effettuare questa operazione, impiega un tempo non trascurabile. Lo stesso avviene quando si scarica. Clicca sull'immagine per lanciare la simulazione. Devi però installare prima i tre files come spiegato nell'introduzione. Ebbene, durante questo tempo la corrente che attraversa il condensatore non è sempre la stessa. Una volta che il dispositivo ha immagazzinato tutta l'energia che gli è stata sottoposta, la situazione si stabilizza ed esso adesso ha un comportamento costante finché la sollecitazione non muta di nuovo (nel senso che gli viene fornita una tensione diversa dalla precedente). Fintantoché il condensatore immagazzina o cede energia, si dice che si è nel cosiddetto transitorio. Quando il condensatore ha immagazzinato o ceduto tutta l'energia, si dice che si è a regime.   Quindi il transitorio è l'intervallo di tempo che intercorre tra l'istante in cui un condensatore (o un'induttanza) viene sottoposto ad una variazione del segnale applicato e l'istante in cui la tensione ai suoi capi assume un valore costante. E' anche l'intervallo durante il quale il   condensatore (o l'induttanza) immagazzina o cede energia. E' ovvio che la situazione che ci in