Circuiti elettrici RL - RC - RLC

Appunto inviato da dommaida
/5

Appunti di elettrotecnica sui circuiti elettrici RL, RC, RLC. Esercizi. Teoria: legge di Ohm; leggi di Kirchhoff; impedenza; stato elettrico dei corpi; elettricità e modello atomico;pila; generatori di corrente elettrica; (37 pagine formato doc)

Nel circuito RL si combinano i due effetti della resistenza del resistore R e della reattanza della bobina L, per cui si ha uno sfasamento complessivo tra tensione e corrente, che dipende sia da R che da XL.
Si dice impedenza del circuito RL l'ostacolo che esso oppone al passaggio della corrente alternata. L'impedenza si indica con la lettera Z, si misura in si calcola con la seguente formula: Z = R2 + ( L)2 Z è un vettore il cui modulo lo indichiamo con Z. Tale formula ci dice che il modulo dell'impedenza Z si calcola facendo la radice quadrata della somma di R al quadrato + ( L) tutto al quadrato, che poi è la reattanza al quadrato. Invece Z vettore è : Z = R + j L.
La legge di Ohm diventa: V = Z I = (R + j L) I Cioè la tensione vettore ai capi di un circuito RL è uguale al prodotto della impedenza Z vettore per la corrente vettore. Cioè prima disegniamo la tensione ai capi di R che è orizzontale e quindi VR = RI; poi disegniamo la tensione ai capi della induttanza L, che è sfasata di 90° in anticipo quindi VL = j XL I, poi facciamo la somma vettoriale dei due vettori e otteniamo il vettore V, che è la tensione applicata al circuito RL.