Primo principio della termodinamica

Appunto inviato da revenga06
/5

Appunti sul primo principio della termodinamica (3 pagine formato doc)

All’inizio del 1800 si sviluppò una branca della termologia, chiamata termodinamica, allo scopo di rendere più efficienti le macchine termiche che, sviluppandosi e radicandosi in quegli anni, permettevano di sostituire il lavoro umano con una velocizzazione dei processi produttivi ed un
risparmio nei costi di produzione.
La termodinamica si occupa degli scambi energetici tra un sistema e l’ambiente esterno con particolare riguardo alle trasformazioni di calore in lavoro. Per trasformazione si intendono una serie di operazioni che copiamo s sistema attraverso e qua questo
passa da uno stato iniziale di equilibrio ad uno finale pure di equilibrio.


Una trasformazione è reversibile quando, facendo compiere al sistema una serie di operazioni in senso inverso, il sistema è riportato nelle stesse condizioni di partenza. La trasformazione è invece irreversibile se ciò non avviene.
Calcolo del lavoro in una trasformazione a pressione costante.
Consideriamo un sistema termodinamico costituito, ad esempio, da un cilindro contenente gas che viene mantenuto a pressione costante.
Sia h1 l’altezza iniziale del cilindro mentre h2 quella finale.


Se il cilindro viene posto su una sorgente di calore è chiaro che h2>h1; se invece il cilindro è posto
su un refrigeratore h2<h1. Sia, in ogni caso h la differenza tra h2 ed h1 quindi h=h2-h1.