Appunti di filosofia del diritto

Appunto inviato da soniass
/5

corso di filosofia del diritto, per gli studenti di giurisprudenza. Cos'è la filosofia del diritto: appunti e schemi (42 pagine formato doc)

APPUNTI DI FILOSOFIA DEL DIRITTO

Filosofia del diritto.

10 ottobre. Che cosa è il diritto?
Quando formuliamo questa domanda ci aspettiamo nella risposta una definizione, quindi per rispondere a questa domanda cerchiamo una definizione concettuale di diritto, concettuale per chiarire dal punto di vista del concetto cos’è il diritto. Sarà una risposta formulata in modo teorico quindi una definizione teorica che mi aiuta a leggere la realtà, perché sappiamo che il diritto esiste e che noi viviamo nelle regole giuridiche.
Alla ricerca di una definizione (concettuale)
Noi cerchiamo UNA definizione di diritto ma in realtà ne esistono diverse, una potrebbe essere “il diritto è un insieme di leggi” ma non sarebbe esaustiva perché il diritto non è solo la legge, quindi dobbiamo capire che esistono diverse definizioni possibili:
a)    ogni definizione dipende da un diverso approccio al diritto (un particolare modo di porsi di fronte al diritto; metodo).

Filosofia del diritto, appunti


FILOSOFIA DEL DIRITTO COS'E'

Per approccio si intende il metodo di studio del diritto e il diverso approccio al diritto mi darà poi un modo diverso di definire il diritto. Infatti le definizioni sono diverse perché ho diversi modi di approcci al diritto.
b)    ogni definizione presuppone una teoria del diritto (un particolare modo di intendere il diritto; concezione)
Una teoria è un’elaborazione concettuale che mi spiega cos’è il diritto.

Quindi ogni definizione presuppone un metodo di analisi del diritto ed una teoria del diritto.
La filosofia del diritto serve a esplicitare i presupposti, cioè a capire cosa c’è dietro ad una definizione di diritto, qual è l’approccio e qual è la teoria.
Approcci al diritto
- approccio scientifico al diritto
- approccio filosofico al diritto.

Filosofia del diritto, dispense


SCHEMI FILOSOFIA DEL DIRITTO

La scienza e la filosofia sono due ambiti di sapere diversi che hanno anche metodi diversi e ovviamente questa distinzione di carattere generale si ripercuote anche sul diritto. Anche se facciamo una distinzione non è detto che questi due approcci non si possano integrare.
SCIENZA: come (descrive come è la realtà)
(scienza sperimentale moderna: cioè la scienza come la intendiamo oggi, che segue un metodo sperimentale ed è nata nell’età moderna, i fondatori sono Galileo Galilei e Bacone)
Quindi l’approccio scientifico utilizzerà un metodo sperimentale, cioè
-    studia i fatti o eventi (osservazione empirica, formulazione ipotesi, verifica sperimentale)
Cioè lo scienziato osserva i fatti, la realtà, formula ipotesi cioè cerca di dare delle spiegazioni ai fatti che osserva, passando dalla pratica alla teoria, e verifica sperimentalmente se quelle ipotesi sono vere oppure no, cioè lo scienziato deve riprodurre il fatto in laboratorio per verificare se la sua ipotesi è corretta. (es. di Popper “tutti i cigni sono bianchi” poi vedo un cigno nero e la mia ipotesi viene falsificata)
-    quantifica (estensione e movimento).

altri appunti di filosofia del diritto


APPUNTI DI FILOSOFIA DEL DIRITTO GRATIS

Quando Galileo Galilei ha fondato il metodo sperimentale ha detto: “il metodo della scienza è un metodo ben preciso che si basa sui fatti e misura estensione e movimento, cioè l’estensione nello spazio di un corpo e il movimento del corpo”. Quindi secondo Galileo Galilei questi sono i fatti che la scienza dovrebbe osservare, cioè elementi che si possono quantificare. Lo scienziato deve osservare la realtà, quantificare la realtà e calcolarla.
-    misura e calcola (matematicamente)
Quindi lo scienziato osserva la realtà e la quantifica in base a regole matematiche, dando risposte descrittive attraverso un approccio scientifico.