Freud

Appunto inviato da rnn
/5

punti principali della filosofia di Freud (3 pagine formato doc)

La medicina ufficiale ottocentesca si muoveva in un orizzonte teorico di tipo positivistico-materialistico FREUD La medicina ufficiale ottocentesca si muoveva in un orizzonte teorico di tipo positivistico-materialistico.
Essa tendeva infatti ad interpretare tutti i disturbi della personalità in chiave somatica e quindi a non prendere “sul serio” quegli stati psiconevrotici in cui non fossero rintracciabili lesioni organiche corrispondenti. La scoperta dell'inconscio segna l'atto di nascita della psicoanalisi, che si configura infatti come una psicologia abissale o del profondo. LA REALTA' DELL'INCONSCIO E I MODI PER “ACCEDERE” AD ESSO Secondo Freud, la maggior parte della vita mentale si svolge non nella coscienza ma al di fuori di essa, nell'inconscio, il quale costituisce la realtà abissale primaria di cui il conscio è solo una manifestazione visibile.
Il conscio è come la punta di un iceberg (iceberg = inconscio), costituisce il 90% della psiche umana. L'inconscio diventerà il punto di vista privilegiato da cui osservare l'uomo. Preconscio : Ricordi momentaneamente inconsci che possono diventare consci a seguito di uno sforzo dell'attenzione Inconscio Rimosso: è l'inconscio in senso stretto, costituito da elementi psichici stabilmente inconsci che sono mantenuti tali da una forza specifica (la rimozione) che può essere superata solo tramite tecniche apposite Come si fa a portare alla luce il rimosso? Attraverso le associazioni libere le quali consistono nel mettere il paziente in condizione di rilassarsi e abbandonarsi al corso dei propri pensieri facendo si che tra le parole da lui pronunciate si instaurino delle catene associative collegate con il materiale rimosso che si vuole portare alla luce (il rimosso è come un campo gravitazionale che attrae tutti i pensieri del paziente). Ma affinché questo metodo funzioni deve esserci la collaborazione del paziente stesso. Il transfert è il trasferimento sulla persona dell'analista di stati d'animo ambivalenti (amore e odio) provati dal paziente durante l'infanzia nei confronti delle figure genitoriali. Il paziente vede l'analista come la reincarnazione di una persona importante della sua infanzia. Di solito l'analista viene visto come uno dei genitori. Sotto l'influenza della traslazione, l'Io indebolito si rafforza e riesce a far cose che altrimenti gli sarebbero impossibili. LA SCOMPOSIZIONE PSICOANALITICA DELLA PERSONALITA' La psiche umana è stratificata e Freud individua tre metaforici luoghi psichici. L'Es è la forza impersonale e caotica che costituisce la matrice originaria della nostra psiche, non conosce né il bene né il male, né la moralità (non ha un'etica) ma obbedisce solo al principio del piacere. Esso esiste al di là delle forme di spazio e tempo codificate da Kant e ignora le leggi della logica. E' un egoistico e caotico insieme di impulsi che sono soprattutto sessuali (impulsi della libido, indipendenti dalla procreazione). Il Super-io è la coscienza morale