Schelling

Appunto inviato da esterb93
/5

Appunti su Schelling (0 pagine formato pdf)

Schelling riconosce a Fichte il merito di aver inaugurato un nuovo indirizzo di pensiero; però poi dà a questo nuovo indirizzo delle nuove caratteristiche.
La sua filosofia segue una direzione naturalistico-estetica.
Schelling formula un’idea diversa di Assoluto: in Fichte coincideva con l’Io, mentre per Schelling esso non è riducibile né al soggetto né all’oggetto, ma è inteso come unità indifferenziata di soggetto e
oggetto ed è il fondamento di entrambi.
Poiché la Natura è l’Assoluto, ha valore autonomo.
Non deriva dall’Io come aveva sostenuto Fichte, ma ha razionalità e vita intrinseca.
Non è una materia inerte, ma animata. È un grande organismo vivificato
dall’interno. Questo aspetto rimanda alla cultura umanistico-rinascimentale.
La filosofia può essere in due modi a seconda di quale aspetto dell’Assoluto privilegia: la filosofia dello
spirito si occupa dello spirito come natura visibile, la filosofia della natura si occupa della natura comespirito visibile.
Schelling sostiene una forma di organicismo finalistico e immanentistico. Con questo termine si intende che:
• la Natura è un grande organismo, un sistema in cui ogni parte è indispensabile e ha senso solo in relazione al tutto (= organicismo);
• la Natura ha una finalità (= finalistico) che è intrinseca alla Natura stessa, infatti la Natura organizza
autonomamente se stessa (= immanentistico).