Filosofia umanistica rinascimentale

Appunto inviato da velenblu
/5

Filosofia umanistica rinascimentale: riassunto sul pensiero di Marsilio Ficino e di Pietro Pomponazzi (1 pagine formato doc)

FILOSOFIA UMANISTICA RINASCIMENTALE

Filosofia umanistica e rinascimentale. Al centro di tutto non ci sarà più Dio,ma l’uomo il quale verrà rivalutato nei suoi aspetti.
ASPETTI FILOSOFICI + IMPORTANTI: RITORNO AI PRINCIPI
• tutti gli umanisti sia filosofi che letterati tendono a criticare il punto di vista e il modo di pensare medievale –ossia la complicazione inutili di diverse tematiche.qundi tendono a ritornare alle origini, utilizzando testi latini, greci e religiosi senza le interpretazioni date dalla chiesa o dal medioevo.
• Nasce l’idea di un’interpretazione dei testi che rispetta la prospettiva storica e della filologia – recupero delle fonti platoniche , aristoteliche e del cristianesimo originale.

Esigenza di semplicità e di ritorno alle origini.
• Le discipline si liberano dalla teologia, dalla morale e dalla politica e iniziano ad essere considerate autonomamente , non sono + subordinate alle altre materie.

Umanesimo e Rinascimento: caratteri principali

PENSIERO UMANISTICO RINASCIMENTALE DI MARSILIO FICINO

Marsilio Ficino. Fondatore dell’accademia platonica,a Firenze recupera il platonismo com’era all’inizio, tentando di accordarlo con la cristianità degli inizi .

un modo di vita cristiana la possiamo già trovare in Platone (vita attiva nella società)idea dell’uomo come microcosmo -
L’uomo nell’individualità è la sintesi della visione di tutto l’universo(leggi di poter- funzioni biologiche – istinti-razionalità-spiritualità pura- l’uomo rispecchia tutti gli esseri viventi animali,angelici…)sono quasi perfetti e in un certo senso li rende superiori. L’anima è la copula del mondo ciò che unisce la molteplicità – che lega elementi altrimenti dispersi-TRAMITE L’ANIMA C’E’ LA SINTESI DI TUTTO L’UNIVERSO. L’io unisce l’essere nelle sue varie forme.l’uomo ha una centralità.

Umanesimo e Rinascimento, filosofia: riassunto

FILOSOFIA UMANISTICA E RINASCIMENTALE: RIASSUNTO

Pietro Pomponazzi. Non crede nell’immortalità dell’anima : se c’è un aspetto di immortalità nell’uomo non è l’individualità. Crede nell’immortalità dell’anima per fede e non per ragione. La nostra anima è imprigionata nell’essere nella pura ragione. Forte rivalutazione della sensibilità sarebbe brutto vivere solo di ragione senza sentimenti . crede nell’immortalità dell’anima individuale,ma solo per fede e non con la logica.

MAGIA E ALCHIMIA- studia elementi chimici
Modi di entrare in contatto con le forze della natura scoprendo legami nascosti e ci si avvicina per gradazione – studia la natura come le scienze
FILOSOFIA della natura ovvero la comprensione della natura in sé stessa . il limite è l’indagine sperimentale – tentativo + approfondito della magia –comprende la natura in sé stessa, partendo da elementi reali e analizzandoli con la filosofia
PREFIGURAZIONE DEL METODO SCIENTIFICO anticipa la scienza moderna.