Kierkegaard

Appunto inviato da olghins9
/5

Spiegazione e pensiero del filosofo Kierkegaard (anticipatore dell'esistenzialismo di Heidegger): il tema della possibilità la dialettica dell'Aut - Aut La fede L'angoscia La religione come scandalo e paradosso (2 pagine formato pdf)

La comprensione dell’esistenza umana viene ricondotta alla categoria della possibilità.
Ogni possibilità però ho in sé un carattere negativo, infatti non è solo “possibilità che”, ma anche “possibilità che non” (= minaccia del nulla).
Kierkegaard vive sotto il segno di questa minaccia e incarna infatti il discepolo dell’angoscia.
Il punto zero è l’indecisione permanente, l’equilibrio instabile tra le opposte alternative che sopraggiungono ad una possibilità  impossibilità di Kierkegaard di ridurre la propria vita ad un compito preciso, di scegliere in maniera definitiva tra le più alternative.
Un’altra caratteristica della filosofia di Kierkegaard è lo sforzo costante di chiarire le possibilità fondamentali che si offrono all’uomo e la sua attività è dunque quella di un contemplativo.
Tema della fede  unica religione in cui il filosofo intravede un’ancora di salvezza (unica che insegna la dottrina dell’esistenza e propone una soluzione all’uomo per sottrarsi all’angoscia e alla disperazione dell’esistenza).
Opera “Aut – Aut” (dialettica dell’aut – aut)
Aut – aut è l’alternativa tra i due stati fondamentali della vita:
La vita estetica  forma di vita di chi esiste nell’attimo, fuggevolissimo e irripetibile. L’esteta è colui che vive poeticamente, nutrendosi di immaginazione e riflessione.
Costruisce per sé un mondo luminoso, bandisce da questo tutto ciò che è banale e vive in uno stato di ebbrezza intellettuale.