Kierkegaard

Appunto inviato da siux93
/5

Filosofo (2 pagine formato pdf)

Con Kierkegaard inizia il filone dell’esistenzialismo: il fulcro della sua filosofie è l’esistenza del soggetto e dell’individuo.
Solo il termine “individuo” rende l’idea della persona che esiste con tutte le caratteristiche che la determinano. Il termine soggetto è più vago.

SCHOPENHAUER E KIERKEGAARD>>

La stessa esistenza di Kierkegaard è stata travagliata. Nasce a Copenhagen e la sua famiglia è protestante intransigente (pietismo) che da molto accento al peso del peccato.
Kierkegaard è convinto che la sua famiglia porti sulle spalle la condanna del peso del peccato del padre, che si è risposato ed ha avuto altri figli.

KIERKEGAARD E MUNCH>>

Nella sua tesi di laurea intitolata “Il concetto di ironia con costante riferimento a Socrate” Kierkegaard delinea la sua contrapposizione ad Hegel. L’ironia aveva una funzione maieutica che a Socrate è servita a distruggere la verità costruita.

BIOGRAFIA DI KIERKEGAARD>>

Con il tema dell’ironia, Kierkegaard dice ad Hegel che non esiste una verità così strutturata come l’aveva descritta lui. La filosofia di Hegel era sistematica, era cioè un sistema -derivato dalla sua idea filosofica- che era in grado di spiegare tutti i concetti, tutta la realtà.