Gorgia

Appunto inviato da lazialotta89
/5

Appunti sulla filosfia di gorgia (1 pagine formato doc)

Nato tra il 480 a.c.
e il 480 a.c. nella Magna Grecia. Vissuto per circa 90 anni, molto ricco poiché le sue capacità dell’arte del linguaggio era così elevata da essere ben pagata. La struttura portante di Gorgia si concentra in 3 paradossi del tutto opposti alle idee di Parmenide . 1)Nulla esiste: perché se l’essere è eterno non ha alcun principio, poiché ha un principio tutto ciò che nasce e l’eterno non ha alcun principio, poiché ha un principio tutto ciò che nasce e l’eterno per definizione è ingenerato quindi non ha avuto principio e non avendo principio non è in alcun luogo e quindi non esiste. 2)Se qualcosa esiste è in conoscibile, se il pensato esiste allora tutte le cose pensate esistono, se uno pensa che un uomo vola è una cosa non è possibile, quindi il pensato non esiste. 3)Se qualcosa è conoscibile è incomunicabile: Gorgia dice che la parola non raffigura la realtà, con la parola esprimiamo dei contenuti che non è detto che siano reali ”non vediamo col udito e non sentiamo cogli occhi” perciò io potrei esprimere anche ciò che non esiste. IN QUESTI 3 punti Gorgia utilizza la riduzione per assordo e le conclusioni di questi punti sono: -Non esiste una verità assoluta -Possiamo pensare anche ciò che non c’è -il linguaggio non ha la funzione di esprimere la verità -visione pessimista della vita.