Hume: riassunto di filosofia

Appunto inviato da leor82lex
/5

Riassunto di filosofia su David Hume: scetticismo, il "Trattato sulla natura umana", la visione morale e politica (4 pagine formato doc)

HUME RIASSUNTO

David Hume.

Hume è, tra i tre filosofi empiristi inglesi (Locke, Berkeley, Hume), quello più attuale. Egli si è accorto delle contraddizioni di Locke ed ha fondato un sistema più rigoroso. Scetticismo assoluto: l’uomo non può assolutamente superare la propria esperienza, ogni tentativo di uscire dalla conoscenza umana per cercare di comprendere Dio o qualcos’altro al di fuori dell’esperienza non ha senso.
Berkeley aveva cercato di costruire una metafisica: anche se questa è fondata sull’empirismo, per Hume non è corretta, anzi, non ha assolutamente senso.
Fra le sue opere la più importante è il “Trattato sulla natura umana” che riprende la filosofia di Locke e la porta a una conclusione rigorosa.
La terminologia di Hume è un po’ diversa rispetto a quella degli altri: nei filosofi precedenti  “Idea” stava a indicare il contenuto della coscienza umana; Hume invece parla di percezioni.

La filosofia di Hume: riassunto

HUME TRATTATO SULLA NATURA UMANA: RIASSUNTO

Hume presenta lo stesso nominalismo radicale di Berkeley: le idee non sono impressioni elaborate, sono impressioni sbiadite, meno immediate.
Il cuore della riflessione di Hume sta nell’analisi di ciò che è possibile conoscere per l’uomo. L’uomo può conoscere solo due tipi di verità:
-    Possiamo conoscere i dati dell’esperienza, che sono individuali e posteriori. Hume li chiama Dati di fatto (Matters of fact)        
-    Possiamo avere anche conoscenze concrete, razionali, che Hume chiama Rapporti fra idee (Relations of ideas).  
Questa divisione si può riportare a quella di Leibniz tra verità di ragione e verità di fatto; tuttavia Leibniz considera tra le verità di ragione anche l’esistenza di Dio, mentre nelle relations of ideas di Hume questa non è compresa poiché tutto, anche le cose più vere e innegabili, vengono dall’esperienza.
   Matters of fact: a posteriori. Risultano  veritiere, attendibili, solo dopo che sono verificate dall’esperienza. Di per sé non possono dare luogo a leggi, regole universali: le leggi che noi facciamo sono credenze: sono previsioni che però non hanno valore assoluto.  Hume è un sostenitore radicale del metodo induttivo: noi dobbiamo 
Relations of ideas:   sono strutture a priori.  Queste proposizioni sono sempre vere, e il loro contrario  sempre falso. Sono universali e necessarie.  

David Hume: filosofia