Aristotele: filosofia, metafisica e politica

Appunto inviato da chiaraturra93
/5

riassunto del pensiero filosofico, metafisica, fisica, la dottrina della potenza e dell'atto, la dottrina della 4 cause, politica, concezione dell'arte e l'etica di Aristotele (3 pagine formato doc)

ARISTOTELE: FILOSOFIA, METAFISICA E POLITICA

Il pensiero di Aristotele: Aristotele ritiene che la nostra conoscenza si articoli in diverse scienze.

Distingue due tipi di scienze:
-SCIENZE TEORICHE: hanno come loro oggetto d'indagine ciò che è necessario, cioè ciò che non può essere diverso da così com'è. metafisica, matematica,fisica. Il loro obbiettivo è la conoscenza disinteressata della realtà.
Il loro elemento in movimento è il contemplare.
-SCIENZE PRATICO-POIETICHE: hanno come loro oggetto ciò che è possibile (il possibile è ciò che può essere diverso da così com'è). Scienze pratiche: scienze che hanno a che fare con l'agire, si consuma mentre si fa; politica,etica. Scienze poietiche: (greco → poiein → fare) scienze che producono qualcosa → fare. Il loro obbiettivo è l'intervenire sulla realtà.
La scienza guida è la metafisica, Aristotele la chiama filosofia prima. Si incarica di studiare le strutture profonde ed essenziali della realtà. Studia ciò che della realtà è immobile, fisso.

Riassunto su Aristotele


ARISTOTELE: METAFISICA

Quattro significati della metafisica:
1) scienza che studia le cause prime e i principi primi;
2) scienza che studia l'essere in quanto essere, secondo questa definizione la metafisica è anche ontologia.
3) scienza che studia la sostanza;
4) scienza che studia dio e la sostanza immobile, secondo questa definizione la metafisica diventa teologia.
L'Aristotele della maturità sostiene che la metafisica coincida maggiormente con l'ontologia, l'essere in quanto essere: studia l'essere nella sua generalità.
Anche la matematica e la fisica studiano l'essere, ma un aspetto in particolare. La matematica studia l'essere nella sua quantità e la fisica studia l'essere nel suo movimento. Invece la metafisica studia l'essere in generale.
La metafisica come teologia: Aristotele pensa che la metafisica abbia più significati, tra cui scienza di Dio. Bisogna avere un'idea di chi sia Dio e bisogna dimostrare la sua esistenza; per fare questo si rifà alla teoria del divenire e del movimento. Pensa che tutto ciò che è in divenire è mosso da qualcos'altro, a sua volta messo in moto da qualcos'altro ancora. Occorre trovare qualcosa all'origine di tutto che non sia messo in atto da qualcosa. Deve essere immobile altrimenti sarebbe stato messo in atto da qualcos'altro.

Altro riassunto su Aristotele


ARISTOTELE: FILOSOFIA

Dio è il motore immobile in quanto causa finale sono le sostanze che si muovono verso Dio. Dio è la causa iniziale di tutto. Dio è la causa finale, le cose hanno come loro fine Dio.
Dio → oggetto d amore= ciò che è bello, calon=bellezza, agaton=bellezza, coincidono.        
La fisica: Il suo oggetto d'indagine è l'essere come movimento, cioè l'essere nel divenire. Descrivere le sostanze che nel mondo sono soggette al divenire. distingue diversi tipi di movimento:
1) movimento sostanziale: indica il nascere e il morire di quella sostanza, generazione e corruzione;
2) movimento qualitativo: pensa che una sostanza può cambiare e alterarsi, una sostanza è soggetta al mutamento o all'alterazione;
3) movimento quantitativo: riguarda la quantità della sostanza, accrescimento o diminuzione di essa;
4) movimento locale: spostamento di una sostanza da un luogo all'altro, movimento per antonomasia, movimento propriamente detto.
E' suddiviso in:
-movimento circolare → proprio delle sostanze incorruttibili (sole,luna,stelle), delle sostanze perfette. Inizio e fine coincidono, movimento eterno.
-movimento sovralunare → dalla luna allontanandosi dalla terra; sostanze incorruttibili, sono eterne immutabili, perfette; sono costituite dall'etere; hanno un movimento circolare; come prendere una sfera dove al centro c'è la terra, poi la luna, i pianeti, il sole, le stelle e sulla superficie ci sono le stelle fisse che sono le più perfette perchè sono immobili. Mondo sublunare → tra la terra e la luna; mondo imperfetto; sostanze corruttibili; sono composte da terra acqua fuoco aria cioè i 4 elementi; hanno un movimento verticale o orizzontale;si generano e muoiono.

Appunti su Aristotele: il confronto con Platone, il suo pensiero: la fisica, l'etica, la logica, la politica, la poetica


ARISTOTELE: POLITICA

Teoria dei luoghi naturali: spiegazione che dà Aristotele per spiegare  perchè alcune sostanze si muovono in modo verticale e altre in modo orizzontale. Tutte le sostanze stanno in un loro luogo naturale. Se uno di questi elementi viene tolto di forza dal suo luogo naturale tenderà prima o poi a tornarci. Il luogo naturale dipende dal peso dell'oggetto: la terra è la più pesante poi segue l'acqua, l'aria e in fine il fuoco che è il più leggero.