Sant'Agostino

Appunto inviato da supermaveric
/5

Vita, opere e pensiero. (3 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

AGOSTINO AGOSTINO Algerino, nato in Numidia a Tageste nel 350 d.C.
il padre era proprietario terriero andato in crisi a causa della pressione del fisco romano. La madre è fervente cristiana e influenzerà in modo decisivo la conversione del figlio. Agostino vive in un periodo di crisi, l'Impero Romano si sta sfaldando c'è un generale crollo di valori e ideali lui cercherà di gettare le basi della Cristianitas. Si tratta di un personaggi inquieto dal punto di vista spirituale e corporale (è in viaggio continuo). È autodidatta, non conosce il greco e il primo libro che influenza il suo pensiero è l'Ortensio di Cicerone che lo avvicina alla filosofia Stoica che invita alla continua ricerca della verità. Di Agostino abbiamo un'autobiografia, i XIII libri delle Confessioni.
Si avvicina al Manicheismo che lo affascina per il problema del Male, rompe però con questa religione perché il capo spirituale, Fausto, non è in grado di rispondere ai suoi perché… Si avvicina poi al Neoplatonismo con la lettura delle Enneadi di Plotino (un pensatore greco che cercò di costruire un grande sistema filosofico basandosi sul Platonismo e sui Pitagorici). Di quest'opera lo affascina una frase in particolare: “Non uscire da te, torna in te stesso, all'interno dell'uomo abita la verità”, la frase la interpreta come se Dio fosse dentro di lui. La vita di Agostino è tribolata contraddistinta da grandi viaggi, problemi economici e anche un figlio illegittimo. Lo troviamo a Milano nel 386 quando incontra il vescovo Ambrogio che lo invita a leggere la Bibbia, dopo quest'incontro si convertirà al cristianesimo. Ha bisogno però di solitudine e si rifugia così a Cassago dove comincia il commento della Bibbia. Passerà da Roma, nel Napoletano. Passa l'ultima fase della sua vita come vescovo di Ippona (Nord Africa) inizia la lotta contro le eresie e la sistemazione del suo pensiero (scritti pieni di contraddizioni). Morì ad Ippona durante l'assedio dei vandali di Genserico. OPERE Le opere di Agostino si dividono in cinque grandi insiemi: Lotta alle eresie: Manichei, Arianesimo, Donatisti e Pelagani. Elaborazione dogmi: opere teologiche, filosofiche, Il De Trinitate, il De Vera Religione e il De Magistro. Scritti d'esegetica e di commento bilblico. Visione della storia: De civitate dei, espone la teoria della doppia città di Dio, terrena e celeste. Le Confessioni: autobiografia dell'anima, capolavoro perché ha colpito i cuori di tutto il mondo senza distinzioni di religione o di razza. Sono 2 i principali temi della filosofia di Agostino: Scoperta di Dio dentro L'anima (III navigazione ); Problema del male. Parlando del primo punto, sappiamo che il punto di partenza della filosofia è la ricerca di Dio dentro l'anima, l'uomo è un essere fragile, ha bisogno di certezze. Per questo il problema filosofico non è il cosmo, non sono i misteri della natura ma i tormenti della propria anima. Questo Dio è amore, non è un ideale di conoscenza; per arrivare a Dio l'unica stra