Kant

Appunto inviato da michelepapaleo
/5

Appunto su Kant (12 pagine formato pdf)

Kant
Vive durante l’Illuminismo e fu proprio lui a dare la definizione del movimento.
Riceve una
educazione rigida dal punto di vista religioso.
Studia matematica e filosofia e diventa professore all’università. E’ ricordato come una persona seria ed educata.
La sua filosofia sarà:
1. filosofia criticismo;
2. filosofia del limite;
3. filosofia trascendente;
4. filosofia della rivoluzione copernicana della conoscenza.
La sua filosofia vuole trovare un punto di incontro fra empirismo e razionalismo.
Possiamo dividere l’attività letteraria di Kant in tre periodi:
1. il primo periodo in cui prevale l’interesse per le scienze naturali (prima parte del periodo precritico);
2.
il secondo periodo in cui prevale l’interesse filosofico e si determina l’orientamento verso l’empirismo e il criticismo (seconda parte del periodo precritico);


3. il terzo periodo in cui prevale la filosofia trascendentale.
Il primo periodo Gli scritti del primo periodo rispondono agli interessi naturalistici della formazione universitaria.
L’opera principale è la storia naturale universale e teoria dei cieli. Questa opera descrive l’intero sistema cosmico in conformità con le leggi di Newton.
Un’altra opera è lo scritto Sull’Ottimismo in cui riprende la questione che Voltaire aveva trattato nel poema sul terremoto di Lisbona che Kant risolve in favore dell’ottimismo. Egli afferma che essendo Dio buono, non avrebbe potuto che creare il migliore dei mondi possibili.


Il secondo periodo
Nel secondo periodo cominciano a comparire i temi del criticismo. Egli inizia a criticare la metafisica, definendola un abisso senza fondo.
Inoltre vuole sostenere l’applicabilità del metodo matematico alla filosofia. Inizia anche a parlare di morale: egli afferma che il bene si identifica con la necessità morale e perciò la conoscenza non dice alcunché sulla natura.
Si avvicina anche all’empirismo inglese. E’ proprio in questo periodo che pubblica i sogni della metafisica in cui uno svedese dice di parlare con gli spiriti e Kant afferma che è una realtà che non si può vedere con la ragione.
Inizia quindi la critica alla metafisica per lui è la scienza dei limiti della ragiona umana. I problemi che la metafisica deve trattare sono quelli che stanno a cuore all’uomo.