Platone: schema riassuntivo

Appunto inviato da athit
/5

Breve riassunto schematico sul pensiero filosofico di Platone (4 pagine formato docx)

PLATONE: SCHEMA

Platone: CONOSCENZA
Platone è il primo che parla della conoscenza in maniera compiuta.
E risponde ai sofisti infatti : a.

Protagora con il suo assioma “ l’uomo è la misura delle cose” parla di relativismo e da importanza solo alla conoscenza sensibile. b. con Gorgia abbiamo la magna charta del nichilismo, ossia afferma che non esiste la conoscenza.
Le deduzioni di Platone avvengono grazie alla scoperta del mondo intellegibile.
1.
CONOSCENZA = ANAMNESI
Nel “Menone” Platone afferma che la conoscenza è anamnesi ossia è ricordo, è un riemergere di ciò che già esiste da sempre nell’interiorità della nostra anima. Platone da delle prove:
a. PROVE MITICO-RELIGIOSE : l’anima ha visto e conosciuto la realtà tutta sia dell’al di là e dell’al di qua e così per conoscere c’è bisogno solamente di trarre dall’anima la verità che già si possiede.
b. PROVE FILOSOFICHE :esperimento maieutico di forte ispirazione socratica = interroga uno schiavo e con il dialogo socratico riesce ad applicare il teorema di Pitagora senza conoscerlo. Egli perciò ha tratto dalla sua anima la soluzione.
Secondo esempio degli enti matematici : Nel Fedone : noi grazie ai sensi vediamo cose uguali, maggiori o quadrate (ecc); ma in realtà sappiamo che niente è perfettamente e assolutamente quadrata.

Platone: pensiero filosofico

SCHEMA SU PLATONE: RIASSUNTO

Nel “Repubblica” :
1. Il mondo delle idee corrisponde alla vera scienza, è cioè un sapere incontrovertibile cioè che non può essere contraddetto.
2. Il mondo sensibile corrisponde all’opinione, che è instabile ed è soggetto al divenire.
Il rapporto tra doxa ed episteme è un RAPPORTO DI ESTRANEITÀ, ossia che non c’è nessun rapporto fra i due perché conoscere significa ricordare. L’unico ruolo della doxa è che è uno stimolo al ricordo per la ragione.
La maggior parte degli uomini si ferma alla conoscenza sensibile e non arriva all’idea. Le cose sono immagini delle idee. Perciò, afferma Platone, che se ci si ferma a questo punto si è in un sogno.
Nel “Repubblica”:
Pone i tre mondi : mondo delle idee = essere per episteme / mondo sensibile = cose per doxa, è un mondo soggetto al divenire e permette una conoscenza intermedia fra la scienza e l’ignoranza / mondo del non essere = mondo dell’ignoranza perché vi è il nulla e il nulla non si può conoscere.

Il pensiero di Platone in sintesi

PLATONE: SCHEMA GENERALE

Nel “Menone” :
Gradi della conoscenza:
CAMPO GNOSEOLOGICO
La scienza (episteme) si divide in :  noesis= intellezione e  dianoia = conoscenza mediana . Il campo gnoseologico corrisponde al
CAMPO ONTOLOGICO
La scienza (episteme) si divide in :  idee estetiche  matematica
CAMPO GNOSEOLOGICO
L’opinione si divide in :  pistis = credenza  eikasia = immaginazione. Il campo gnoseologico corrisponde al
CAMPO ONTOLOGICO
L’opinione si divide in :  cose sensibili  immagini riflesse