Pitagora

Appunto inviato da studentechenonstudia96
/5

Appunti di filosofia su Pitagora (2 pagine formato doc)

 
Il profeta-mago della tradizione, autore anche di miracoli, un dio protettore avrebbe infuso in lui una sapienza nascosta che egli riservava solo ai suoi discepoli iniziati
Apollo, per bocca della sacerdotessa di Delfi, Temistoclea, avrebbe parlato e trasmesso i suoi insegnamenti a Pitagora
 
 
Pitagora nacque a Samo, fu in Italia attorno al 530 a.C.
 e morì nel 497-496 a.C a Crotone fondò una scuola che fu anche associazione religiosa e politica e il suo insegnamento e il suo modello si diffuse in tutte le città greche dell’Italia meridionale assumendo il potere politico diverse volte molto probabilmente non scrisse nulla e la sola dottrina filosofica che gli si può attribuire con certezza è quella della METEMPSICOSI, la dottrina della TRASMIGRAZIONE delle ANIME dopo la morte del corpo
 
 
Corpo era considerato da Pitagora come una prigione dell’anima
-la vita corporea è di conseguenza una punizione
-FILOSOFIA  è la via per liberare l’anima dal corpo che da un lato esige SAPIENZA, dall’altro la pratica di RITI PURIFICATORI praticati dalla SETTA
 
 
Accanto alla scienza i pitagorici erano tenuti al rispetto di alcune regole ascetiche compresa la COMUNIONE dei BENI
MAESTRO era l’unico depositario di una scienza superiore e la sua dottrina era INCONTESTABILE
.