Platone e il pensiero politico

Appunto inviato da bunnybugs
/5

riassunto della filosofia e poltica di Platone (3 pagine formato doc)

Platone e il pensiero politico.

Platone - Platone può essere considerato come un discepolo di Socrate perché il suo pensiero prese origine dal pensiero Socratico. Egli analizzò il pensiero di Socrate, lo superò e aprì nuove orizzonti. Platone riprese il concetto della Verità, interpretato come Socrate: una realtà universale. Platone però non accettò l'intento di Socrate a non dare un contenuto preciso alla realtà; infatti secondo Socrate in ognuno di noi esisteva una realtà, ma non aveva definito quale.

Leggi anche Riassunto della filosia di Platone

Platone spiegava che era necessario dare un contenuto alla Verità perché poteva diventava facile preda dello scettico, e diventava facile criticare il pensiero di Socrate.
Perciò la verità non è caratterizzata come per i Sofisti dall'esperienza perché essa è corruttibile, soggetta al divenire e al cambiamento. Allora la Verità doveva trascendere il mondo sensibile. Cioè andare oltre la Materia fisica e l'esperienza Per Platone questa verità trascendente venne chiamata IDEA.

Leggi anche Riassunto su Platone

Che cos'era l'IDEA? Era il modello o archeotipo (prototipo), che ha il carattere dell'idealità. Era il modello ideale a cui la realtà si uniformava e a come la realtà doveva essere. L'idea venne immaginata con una collocazione al di fuori del tempo e della materia in quanto trascendente, in un altro mondo chiamato IPERURANIO.