Che cos'è la filosofia

Appunto inviato da cavour91
/5

Che cos'è la filosofia, l'etimologia del termine e perchè è nata in Grecia (3 pagine formato doc)

FILOSOFIA COS'E'

Che cos'è la filosofia? La filosofia è l’attitudine , la tendenza a porsi le domande fondamentali della vita , è il fatto stesso di porsi tali domande , spesso le stesse disarmanti domande che fanno i bambini .

Infatti secondo Platone e Aristotele all’origine della filosofia vi è lo stupore , la meraviglia : stupore e meraviglia dell’uomo che si interroga sul mondo e sulla vita . I filosofi - spiega il prof .
Warburton – “spesso esaminano credenze che la maggior parte di noi dà generalmente per scontate . Si preoccupano di questioni legate a ciò che si potrebbe genericamente chiamare ‘il significato della vita’ : questioni riguardanti la religione , ciò che è giusto e ciò che è sbagliato , la politica , la natura del mondo esterno , la mente , la scienza , l’arte e numerosi altri argomenti . La maggior parte delle persone , per esempio , vive la propria vita senza interrogarsi sulle proprie convinzioni più fondamentali , come il fatto che uccidere sia sbagliato . Ma perché è sbagliato ?  Ed è sbagliato in tutte le circostanze ?  E in ogni caso , che cosa significa ‘sbagliato’ ? Queste sono domande filosofiche” . “Tali questioni non sono interessanti solo per i filosofi , ma nascono naturalmente dalla condizione umana , e molte persone che non hanno mai aperto un libro di filosofia riflettono spontaneamente su di esse” . “Molti di noi in qualche momento della propria esistenza si sono posti delle domande filosofiche.

La filosofia: cos'è e cosa studia

COSA STUDIA LA FILOSOFIA

Perché siamo qui ? Esiste una prova dell’esistenza di Dio ? Le nostre vite hanno uno scopo ? Che cos’è che rende qualcosa giusto o sbagliato ? Potremmo in qualche caso essere giustificati a violare le leggi ? La nostra vita potrebbe essere solo un sogno ? La mente è distinta dal corpo , o siamo esseri puramente fisici ? Come progredisce la scienza ? Che cos’è l’arte ? E così via” . (Warburton , Il primo libro di filosofia ,  Einaudi) .
Secondo Abbagnano – Fornero “provare a definire che cosa sia la filosofia prima di cominciare ad affrontare i problemi che essa ha analizzato nel corso del suo cammino e sui quali continua a riflettere è , per citare una fortunata immagine di Hegel ,” (filosofo tedesco dell’Ottocento) “un po’ come . Anche stando lontani dall’acqua si può dire qualcosa del nuoto : si può indicare , ad esempio , in che cosa il nuoto si specifichi nei confronti di altre attività fisiche e che cosa esso non sia (si caratterizza per l’uso di tutti gli arti e non equivale a camminare) ; tuttavia , come a nuotare s’impara solo entrando nell’acqua , così si può conoscere la filosofia solo entrando in contatto con essa”.

Filosofia: le origini e i primi filosofi

FILOSOFIA ETIMOLOGIA

Il termine greco  ‘filo-sofia’ , che etimologicamente significa , viene usato , sembra , per la prima volta da Pitagora per indicare  due cose :
-    l’aspirazione alla conoscenza
-    la ricerca disinteressata
L’aspirazione alla conoscenza  , in quanto la sofia (cioè il possesso completo della verità) appartiene solo agli dei , mentre gli uomini sono solo filo-sofi , possono aspirare alla conoscenza , avvicinarsi all’infinito alla verità , coltivare un amore della sapienza mai del tutto appagato.

La nascita della filosofia: riassunto

FILOSOFIA: DEFINIZIONE

Per spiegare la definizione della filosofia come ricerca disinteressata , Pitagora ricorre ad una metafora : paragona la vita umana alle feste di Olimpia , dove alcuni partecipano alle gare , altri fanno affari , altri si vogliono solo divertire e infine alcuni ci vanno solo per osservare ciò che accade : questi ultimi sono i filosofi. (Nel mondo antico, in base all’ideale dell’otium (o scholé) , l’inutilità pratica della filosofia è considerata come un fatto positivo , mentre ai giorni nostri prevale una valutazione negativa) .