Filosofia del 500 e 600

Appunto inviato da djerbina05
/5

Analisi del contesto storico e culturale e del pensiero di Umanesimo e Rinascimento, con riferimenti a Galileo e Bacone (5 pagine formato doc)

UMANESIMO Il fenomeno dell'Umanesimo caratterizza il Quattrocento italiano, questo propone un ritorno al mondo classico per rigenerare una cultura che collocava al centro l'uomo, la dignità e la libertà.
In questo secolo inizia convenzionalmente l'età moderna, il fulcro geografico di quest'espressione culturale è Firenze, città nella quale sorge l'Accademia Platonica. Due sono i concetti principali:

  • la riflessione sull'uomo che assume un aspetto di centralità, allontanandosi dalla religione,
  • lo studio orientato verso le humanae litterae e non più verso le sacre scritture come nel Medioevo; la Chiesa perse la centralità tipica del Medioevo e gli studi iniziarono a non essere più concentrati teologia, considerata un sapere specialistico.
Proprio per questo amore nei confronti della classicità, gli intellettuali del tempo cercano di ricostruire la versione originale dei testi antichi, dando vita alla filologia, che diventa una scienza vera e propria e presuppone la conoscenza di greco e latino; proprio grazie a questa pratica, vengono scoperti numerosi falsi, come "La Donazione di Costantino", da parte di Valla.

RINASCIMENTO
Nel secolo successivo, il Cinquecento, si diffonde un altro movimento che travolge l'intera Europa, il Rinascimento, questo porta ad un rinnovamento in tutti i campi. Il Medioevo inizia ad essere considerato come un periodo buio e avviene, così, un rinnovamento culturale riguardante tutti i campi.

Figura emblematica di questo periodo è Leonardo da Vinci, il quale mostrò un particolare interesse nei confronti di strumenti in grado di migliorare lo stile di vita delle persone, facendo risparmiar loro fatica..