Le fonti sulla filosofia presocratica: riassunto

Appunto inviato da nonon
/5

Analisi delle fonti attraverso le quali conosciamo la filosofia presocratica: le opere di Platone e di Aristotele, le raccolte dossografiche di testimonianze, le vite dei filosofi presocratici, le cronologie, i commentatori e i polemisti, l'edizione critica dei frammenti dei presocratici (3 pagine formato doc)

FILOSOFIA PRESOCRATICA: RIASSUNTO

Le fonti sulla filosofia presocratica.

La verità non è sempre certezza e la certezza non è sempre verità. Le fonti su cui ci si basa per ricostruire il pensiero di un autore sono normalmente distinte in fonti dirette, cioè di prima mano, e fonti indirette, cioè riportate da fonti dirette. Il primo filosofo di cui ci sono rimaste alcune opere intere è Platone. Il pensiero dei presocratici non è invece giunto fino a noi in maniera completa e diretta, ma solo attraverso fonti indirette, suddivise in frammenti, spesso largamente incompleti, e attraverso testimonianze posteriori, di diversa consistenza e attendibilità.
Per ricostruire le origini della filosofia, assai raramente possiamo dunque affidarci all’esame diretto delle opere autentiche dei filosofi. Molto più spesso, tutto ciò di cui disponiamo sono informazioni e citazioni indirette, di difficile e non univoca interpretazione.

I filosofi presocratici: riassunto

PRESOCRATICI CHI SONO

Si può dire quindi che il pensiero originario dei primi filosofi sia in larga parte, irrimediabilmente perduto. Come ha scritto il defunto studioso di filosofia antica Gabriele Giannantoni: «Il lavoro dello storico è reso difficile a. dai guasti prodotti da una lunga tradizione manoscritta (correzioni, omissioni, interpolazioni, interpretazioni tendenziose ), b. dalla mancanza o dalla frammentarietà dei dati esterni , c dalle falsificazioni, d. dai travestimenti leggendari e fantastici, e. dalle attribuzioni arbitrarie , f. dalle incertezze della cronologia, sia assoluta che relativa». Il difficile lavoro di traduzione, di analisi e di interpretazione dei frammenti e delle testimonianze costituisce il campo nel quale storici, filologi e filosofi si impegnano a restituirci la conoscenza più attendibile possibile della filosofia antica.

I presocratici: chi sono

I PRESOCRATICI: RIASSUNTO

Le principali fonti sulla filosofia greca presocratica sono pertanto quelle sotto elencate. Le opere di Platone e Aristotele. Nelle opere platoniche e aristoteliche compaiono numerosi e preziosi riferimenti ai filosofi precedenti, che costituiscono una fonte preziosa per la ricostruzione delle loro filosofie, sia come testimonianza che come citazione di frammenti.
In Aristotele, in particolare, l’interesse storiografico è esplicito, anche se sicuramente tendenzioso, praticato cioè alla luce dei propri convincimenti. Occorre quindi superare la sua interpretazione per arrivare al fatto e al testo.
La rilevante mole di informazioni che egli ci offre è contenuta soprattutto nel celebre libro “alfa” della Metafisica, una vera e propria storia della filosofia secondo Aristotele. Essa ha costituito nei secoli, la fonte primaria per ogni storico della filosofia. Ad Aristotele fa capo la tradizione assai discussa, e di valore oggi in parte solo convenzionale, di far iniziare la filosofia con l’indagine naturalistica dei pensatori di Mileto.

Mito e logos nella filosofia presocratica