Blaise Pascal e Giansenismo

Appunto inviato da vil
/5

Blaise Pascal, il suo pensiero filosofico e il giansenismo: riassunto (2 pagine formato doc)

BLAISE PASCAL GIANSENISMO

Tra grandezza e miseria .

L’io di Pascal e il giansenismo (1623-1662). Il pensiero di Pascal è in contrasto con quello di Cartesio affermando che l’uomo non può sentirsi appagato dalla conoscenza “chiare e distinte” delle verità matematiche , poiché la sua condizione lo fa stare insoddisfatto, tra ragione e passione.
L’uomo nell’attuale condizione di miseria, riesce a vedere,confusamente all’inizio, una luce in cui sente di potere trovare il suo riscatto; questa luce è la fede cristiana .
Pascal afferma che l’inquietudine appartiene all’essere umano in quanto tale, reso debole e corrotto dal peccato originale.
Il suo più grande scritto è il saggio “I pensieri”,realizzato dai giansenisti che hanno raccolto e ordinato gli appunti e i frammenti lasciati da Pascal.
Questo saggio è un testo di straordinaria carica spirituale in cui il filosofo difende con ragionevolezza il cristianesimo , contro le posizioni degli scettici;lo scopo dell’opera è analizzare la condizione umana, una condizione che riporta alla fede cristiana.
Pascal dedicò la sua giovinezza alla scienza ma dopo l’incontro con il circolo giansenista di Port-Royal, si convertì al cristianesimo.
Il giorno decisivo della sua conversione è ricordato come” la notte di fuoco “ , il 23 novembre 1654, il giorno in cui una visione mistica lo fece convertire; a partire da questa notte Pascal approfondisce il senso di disgusto per il mondo e decide di dedicarsi totalmente a Dio , attraverso la mediazione di Gesù Cristo.

Giansenismo: significato e riassunto

GIANSENISMO: SIGNIFICATO

Il giansenismo ha una visione dell’esistenza dal carattere tragico , la natura umana viene vista come irrimediabilmente negativa e malvagia (dell’uomo non si salva nulla perche a causa del peccato originale è privo di ragione e volontà).
Soltanto Dio può salvare l’uomo e lo fa scegliendo un piccolo numero di eletti( questo pensiero è in netto contrasto con il pensiero umanista che affermava che la conoscenza dell’uomo li avvicinava a Dio; il pensiero giansenista svaluta la ragione).
Pascal critica il pensiero gesuita che affermava che l’uomo poteva essere sollevato dal peccato con una penitenza, secondo Pascal solo Dio può liberare l’uomo dal peccato.

BLAISE PASCAL: PENSIERO

Il pensiero di Pascal si presenta incompleta e frammentario ma il tema dominante è sempre lo stesso : la difesa della fede cristiana e la lotta contro la diffusione della miscredenza. Per far ciò Pascal inizialmente invita l’uomo a conoscere se stesso, scendendo negli abissi del proprio cuore per conoscere la sua fragilità.

Pascal afferma che l’uomo è un essere intermedio tra lo spazio( che è infinito) e il nulla, quindi non può conoscere l’infinito perche in confronto è nulla, e non può conoscere il nulla perche in confronto è tutto. Soltanto Dio conosce.
L ‘uomo comunque è al tempo stesso sapienza( in confronto col nulla) e insipienza( in confronto con l’infinito), nobiltà e miseria.