Biografia, opere e filosofia di Karl Marx: riassunto

Appunto inviato da chinesina
/5

Riassunto dettagliato della biografia, opere, pensiero e filosofia di Karl Marx, Il capitale e l'ideologia comunista (4 pagine formato doc)

KARL MARX BIOGRAFIA

Karl Marx.

Vita e opere. Il pensiero di Marx rappresenta una delle componenti intellettuali e politiche più importanti dell’età moderna. Nasce a Treviri nel 1818 da famiglia ebrea. Riceve dal padre, avvocato colto, un’educazione di stampo razionalistico e liberale. Nel 1835 inizia gli studi di Giurisprudenza a Bonn, e successivamente si trasferisce a Berlino dove entra in contatto con il club dei giovani hegeliani e studia fino in fondo il pensiero del filosofo. Passa così alla facoltà di Filosofia e si laurea in questa disciplina.
Abbandonata l’università, si dedica al giornalismo politico. Si sposa con Jenny von Westphalen che sarà la sua compagna di vita. Nel 1843 termina la stesura della Critica della filosofia del diritto di Hegel, in cui comincia a misurarsi con i problemi della filosofia moderna. Nel ’44 insieme a Ruge pubblica gli Annali franco – tedeschi, nei quali appaiono due importanti saggi che testimoniano il passaggio di Marx al comunismo. Nello stesso anno scrive i Manoscritti economico – filosofici.

Karl Marx: biografia, marxismo e Il Capitale

KARL MARX RIASSUNTO

Si trasferisce poi a Bruxelles dove scrive la Sacra famiglia. Nelle Tesi su Feuerbach e nell’Ideologia tedesca matura un distacco polemico verso l’intera filosofia tedesca, mentre nella prima e nella seconda vengono poste le basi della concezione materialistica della storia. Nel 1848, Marx viene incaricato dalla Lega di elaborare insieme a Engels, il Manifesto del partito comunista.
Nel 1851 Marx si ritira dalla vita politica e comincia a lavorare al British Museum. E’ in questo periodo che inizia ad avere dei problemi economici. Nel 1852 pubblica a New York una serie di articoli dal titolo Il 18 brumaio di Napoleone Bonaparte, dedicati al colpo di stato francese dell’anno precedente. Nel 1857-59 stende Lineamenti fondamentali della critica dell’economia politica. Nel 1859 pubblica Per la critica dell’economia politica.
Nel 1864 viene fondata l’associazione internazionale dei lavoratori, nella quale Marx è figura dominante. Nel 1866 inizia il primo libro del Capitale. Muore nel 1883 compianto dall’amico di una vita Engels e dal movimento operaio internazionale. Resta memorabile la frase fatta scrivere dai suoi allievi su una corona di fiori: a colui che ha difeso i diritti dei lavoratori nella teoria e li ha fatti valere nella pratica.

KARL MARX PENSIERO

Caratteri generali del marxismo. Il primo contrassegno del pensiero di Marx è la sua irriducibilità alla dimensione puramente filosofica, sociologica ed economica e il suo porsi come analisi globale della società e della storia, con particolare attenzione al mondo borghese. Secondo punto fisso della filosofia marxista è il suo legame con la prassi, ovvero la volontà di fornire un’interpretazione dell’uomo e del mondo che sia anche impegno verso la trasformazione rivoluzionaria delle istituzioni. Nonostante Marx fosse affascinato dalla scienza, egli ricercò per tutta la vita l’unione tra teoria e prassi. In questa fase del pensiero marxista ci troviamo ad un punto–chiave, che sta alla base della sua scelta rivoluzionaria: l’ideale di tradurre in atto quell’incontro tra realtà e razionalità che Hegel aveva solo pensato e che lui si propone di attuare con la prassi, mediante l’edificazione di una nuova società.
Il pensiero filosofico marxista è stato influenzato principalmente da tre correnti culturali: la filosofia classica di Hegel, l’economia politica borghese di Smith e il pensiero socialista di Saint–Simon.