Dal Rinascimento alla Rivoluzione scientifica: riassunto

Appunto inviato da njolet
/5

le coordinate storico sociali del Rinascimento, concezione dell'uomo, ritorno al principio, Teleio, Giordano Bruno e Rivoluzione Scientifica. Riassunto di filosofia sul Rinascimento e la Rivoluzione scientifica (4 pagine formato doc)

DAL RINASCIMENTO ALLA RIVOLUZIONE SCIENTIFICA

Coordinate storiche.

L’inizio del rinascimento coincide con alcuni eventi di grande importanza, infatti tra il 400 e il 500 s sono avute scoperte geografiche, la fioritura delle monarchie nazionali, l’invenzione della stampa e della polvere da sparo e la riforma protestante. Tutto questo porta alla formazione degli Stati e all’ascesa della borghesia. Si ha un economia + aperta e l’asse commerciale si sposta dal mediterraneo all’atlantico.
Un nuovo tipo di cultura nasce,l’umanesimo rinascimentale, che riflette il mutato atteggiamento dell’uomo verso la vita e il mondo.
Mentre nel medioevo la cultura era concentrata nelle università controllate dalla chiesa, nel rinascimento la cultura passa in mano ai laici, e nascono così le accademie, dove nn si insegna + la scolastica, ma tutte le arti.
Umanesimo e rinascimento sono 2 cose distinte, il primo è un momento filologico-letterario incentrato su studi umanistici e classici, il secondo invece è un momento filosofico-scientifico, basato su un nuovo modo di vedere l’uomo.

La Rivoluzione scientifica dell'Umanesimo: riassunto


RIASSUNTO DI RIVOLUZIONE SCIENTIFICA E COPERNICO

Durante questo periodo c’è un nuovo modo d vedere anche il sapere, infatti  questo tende a laicizzarsi, ad allontanarsi dalla religione a cui erano legate nel medioevo, il sapere ora è finalizzato ad evidenziare le capacità dell’uomo, ed ogni disciplina è autonoma.
Sul rapporto tra medioevo e rinascimento sono state formulate 2  tesi , una della frattura ed una della continuità.
La prima dice che il medioevo è trascendentista (teso all’aldilà) mentre il rinascimento è immanentista ( teso all’aldiqua) , il medioevo è teocentrico (Dio al centro di tutto) mentre il rinascimento è antropocentrico ( l’uomo al centro di tutto), medioevo universalista ( basato su istituzioni cm chiesa e impero) rinascimento individualista ( basato sulla forza degli individui e delle nazioni).
L’altra teoria dice che la rinascita comincerebbe con lo sviluppo dei comuni, con l’arte gotica, la nascita delle università e della cultura del 200, quindi già nel medioevo.

Umanesimo e Rinascimento: riassunto breve


RIVOLUZIONE SCIENTIFICA GALILEO GALILEI: RIASSUNTO

Concezione dell’uomo. Nel rinascimento l’uomo viene visto come artefice di se stesso, non legato x forza a Dio.

Xò questo non significa che il medioevo era basato solo sulla religione e il rinascimento è basato solo sull’uomo, ma significa che mentre nel rinascimento Dio era al centro e l’uomo in periferia, ora i ruoli son invertiti.
Ritorno al principio. Questo concetto era presente nel rinascimento come ritorno a Dio, principio di tutto. Durante il rinascimento il principio è inteso come ritorno ai classici (x gli umanisti), ritorno ad antiche comunità o ritorno alla natura ( intesa cm forza prima). Il principio è quella cosa che restituisce all’uomo la forma ottimale.
Con l’umanesimo si ha una vera e propria riscoperta di Platone, xk si vedeva in lui quell’autore classico che + di ogni altro con le sue idee si avvicina al cristianesimo. Quindi nasce il platonismo rinascimentale nelle accademie, dall’altro lato nelle università si riscopre Aristotele. Questo xk Aristotele è quello che rappresenta al meglio la figura di Filosofo-scienziato, e si è interessato + di tutti ai problemi sulla natura agendo scientificamente.

 

Periodizzazione dell'Umanesimo e Rinascimento