La teoria del cosmo nel Timeo - Platone

Appunto inviato da martinabriguglio
/5

Appunti sulla teoria del cosmo nel dialogo del Timeo di Platone (1 pagine formato doc)

Nuova teoria delle idee

Il Timeo è uno degli ultimi dialoghi che influenzerà Dante e il Medioevo.
In questo, Platone sembra rivedere la teoria delle idee rivalutando la conoscenza che ci fornisce la Doxa. Infatti la natura necessita della conferma dei sensi: viene formulata un’ipotesi che poi è soggetta alla verifica dell’esperienza. Quindi la natura non è governata dalle stesse leggi rigorose che regolano il pensiero. Inoltre viene attenuata l’universalità delle idee il cui significato cambia a seconda degli ambiti di applicazione. L’idea di bellezza ad esempio viene intesa in modo diverso a seconda che sia riferita a una donna, all’ordine dell’universo o alla matematica.
La centralità dell’esperienza attenua il dualismo di Platone.

Mito del demiurgo = plasmatore, fabbro, artefice

Il demiurgo è un artefice divino che in modo erroneo è stato paragonato al Dio cristiano. In realtà ci sono delle differenze
•    Questo dio non crea la materia ma la ordina cioè mette armonia nel caos primordiale. La materia quindi esiste da sempre (eternità della materia). Quindi il demiurgo è un’intelligenza ordinatrice.
•    Il Dio cristiano ama le sue creature mentre il demiurgo semplicemente “odia il caos” cioè sicuramente è buono perché orienta il mondo verso il bene, ma ciò non implica automaticamente un atto d’amore per gli uomini