Le Testimonianze su Socrate

Appunto inviato da martinabriguglio
/5

Appunti di Filosofia sulle Testimonianze su Socrate (0 pagine formato doc)

Tracciare un confronto tra Socrate e Gesù
Entrambi non scrivono nulla e muoiono per le loro idee, incompresi dal potere.
Rivoluzionano il modo di pensare della propria epoca, attraverso forme di lotta non-violenta e affermano che è meglio subire un torto piuttosto che commetterlo. Entrambi danno maggiore importanza a valori dell’anima piuttosto che all’apparire, all’esteriorità.
Qual è il contesto storico?
Si chiudono le guerre del Peloponneso e governa la dittatura dei trenta tiranni, a cui segue una monarchia corrotta dove le cariche politiche vengono estratte a sorte. Socrate si oppone alla corruzione dilagante, i sui responsabili sono i Sofisti.
Perché il lavoro dei suoi genitori è importante nella sua filosofia?
Socrate nasce nel 469 e muore nel 399.
Il padre era uno scultore e Socrate si definisce uno scultore di anime. La madre era un’ostetrica e anche Socrate dichiara di voler aiutare le anime a partorire la verità da sole (arte maieutica).
Testimonianze su Socrate
Aristofane (Le nuvole)
Aristofane è un nobile conservatore stile agli eccessi del regime democratico che trasformano Atene in una città aggressiva e imperialista. Nel 423 entrano in scena “Le nuvole”, una commedia scritta da Aristofane per simboleggiare la confusione oltre che l’atteggiamento di Socrate che sta sospeso per aria senza contatti con la realtà, metafora di chi ha la testa tra le nuvole. La commedia è una caricatura di Socrate che viene indentificato con i Sofisti e raffigurato come responsabile della decadenza di Atene. Fino al 1700 si pensava che Aristofane fosse un critico di Socrate ma Platone in molti dialoghi presenta Aristofane come un amico di Socrate anche perché entrambi non amavano la democrazia dei trenta tiranni.