Formulario di Fisica

Appunto inviato da pyro
/5

Formulario di Fisica (velocità, forze, moto rettilineo e curvilineo, accelerazioni di gravità, centripede, legge di Hooke, etc). (2 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

· Velocità: Velocità istantanea: Accelerazione media: Velocità media: Spazio nel moto vario: a seconda che sia accelerato o ritardato Altezza massima h di un grave lanciato verticalmente verso l'alto: Tempo impiegato per raggiungere l'altezza massima h: Tempo impiegato da un grave per toccare il suolo: Velocità media curvilinea: Velocità istantanea curvilinea: Velocità angolare: = Frequenza: Velocità tangenziale: Accelerazione centripeda: Legge di Hooke: “le deformazioni subiete da un corpo elastico sono direttamente proporzionali ai moduli delle forze che le provocano” F = forza di richiamo - = dovuto al fatto che la forza e lo spostamento hanno versi opposti k = costante elastica della molla.
s = spostamento subito dalla molla, misurato rispetto alla posizione O di equilibrio.
Teorema di Carnot: Attrito Radente: “è una forza che si oppone allo slittamento di un corpo su un altro” F = forza d'attrito ? = coefficiente di attrito radente p = peso del corpo Attrito volvente: “è una forza che si oppone al rotolamento di un corpo su un altro” F = forza d'attrito ? = coefficiente di attrito volvente p = peso del corpo r = raggio del corpo Attrito viscoso: “è una forza che si oppone allo scorrimento di molecole di un solido su molecole di un fluido” F = forza d'attrito ? = coefficiente di viscosità k = lunghezza che caratterizza la forma geometrica di un corpo (Nel caso della sfera, K=6?r x. La legge di Stokes) Peso: Spazio percorso da un grave lasciato libero di cadere: Velocità di un grave lasciato libero di cadere: Equilibrio su un piano inclinato: P1 e P2 sono due pesi h = altezza del piano inclinato l = lunghezza del piano inclinato Equilibrio: Stabile: se un corpo, spostato dalla posizione di equilibrio iniziale, vi ritorna. Instabile: se un corpo, spostato dalla posizione di equilibrio iniziale, se ne allontana equlibriandosi nuovamente. Indifferente: se un corpo, spostato dalla posizione di equilibrio iniziale, resta in equilibrio nella nuova posizione. Einstein dimostrò che la massa di una particella varia a seconda della velocità di questa: I Principio della dinamica: “Ogni corpo non soggetto a forze persevera nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme”. II Principio della dinamica: “Ogni forza, applicata ad un corpo libero di muoversi, determina in questo un'accelerazione, nella direzione e verso della forza, direttamente proporzionale alla intensità della forza stessa”. III Principio della dinamica: “Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”.