Elettricità e magnetismo: riassunto

Appunto inviato da ilariafilippelli
/5

Riassunto di tutto il programma di fisica del 5° anno del liceo linguistico sull'elettricità e il magnetismo (13 pagine formato doc)

ELETTRICITA' E MAGNETISMO: RIASSUNTO

Modi per eletrizzare un corpo. 
STROFINIO.
I corpi acquistano una carica elettrica a seguito di un’azione di strofinamento. Tale modalità di elettrizzazione si può evidenziare negli isolanti e nei conduttori purché questi ultimi siano elettricamente isolati. Durante lo strofinio, gli elettroni presenti sulla superficie di uno dei due corpi migrano sull’altro a causa dello sfregamento. Il corpo che cede elettroni risulterà carico positivamente mentre l’altro sarà carico negativamente. Questo fenomeno si può evidenziare ad esempio strofinando vetro e plastica con un panno di lana.
 

Elettricità e magnetismo: esperimento di Oersted

L'ELETTRICITA' E IL MAGNETISMO

CONTATTO.
Quando un corpo inizialmente neutro si carica dopo il contatto con un altro corpo già carico si parla di elettrizzazione per contatto. Tale fenomeno si manifesta principalmente tra corpo conduttori ed è dovuto allo spostamento di cariche elettriche dal corpo inizialmente carico verso quello neutro. Elettroscopio: strumento che permette di misurare la carica elettrica posseduta da un corpo. E’ costituito da un asta metallica che ha all’estremità inferiore due foglie metalliche. Toccando l’asta con un oggetto carico, questa giunge fino alle foglie che si divaricano (respingono)

INDUZIONE. Avviene usando due corpi conduttori elettrici, come ad esempio i metalli. Si pone un corpo carico (induttore) in prossimità di un conduttore scarico (indotto) costruito in modo da potersi suddividere in due parti. All’interno del corpo neutro si avrà una ridistribuzione delle cariche in quanto quelle dello stesso segno dell’induttore si allontaneranno da esso mentre quelle di segno opposto saranno attratte. Il corpo indotto avrà quindi una regione con eccesso di cariche positive e una regione con eccesso di cariche negative. Elettroforo di Alessandro Volta: è una macchina elettrostatica che consente di separare e accumulare cariche elettriche. E’ costituita da un piatto metallico sorretto da un manico isolante e appoggiato su un supporto isolante. Dopo aver elettrizzato il supporto per strofinio, vi si appoggia sopra il disco, che si carica per induzione. Se il supporto è negativo, la faccia inferiore del disco è positiva e quella superiore negativa. Toccando il disco con un dito, le cariche negative fuggono a terra e il disco rimane carico positivamente. Il nostro corpo si comporta come un filo metallico che connette due conduttori: il disco e la Terra.
 

ELETTROMAGNETISMO RIASSUNTO

CONDUTTORI E ISOLANTI
I materiali, dal punto di vista elettrico si dividono in conduttori e isolanti. Nei conduttori gli elettroni sono liberi di muoversi da un atomo all’altro all’interno del materiale, mentre negli isolanti sono poco mobili e restano vincolati al proprio nucleo. La differenza di comportamento è dovuta a una diversa struttura atomica. Nei conduttori (metalli) alcuni elettroni sono liberi di muoversi perché le orbite elettroniche più esterne non sono complete; tali elettroni possono perciò trasferirsi da un atomo all’altro o migrare su un altro conduttore. Negli isolanti (plastica, acqua) invece le orbite elettroniche più esterne complete o quasi e la migrazione di elettroni non è possibile.
 

L'elettricità: riassunto di fisica

ELETTROMAGNETISMO COS'E'

LA LEGGE DI COULOMB
Tra due corpi elettricamente carichi, posti a una certa distanza l’uno dall’altro, si esercitano delle forze. Esse sono repulsive se le cariche dei corpi sono dello stesso segno e attrattive in caso contrario. Coulomb determinò la legge della forza tra le cariche elettriche servendosi di una bilancia di torsione. Essa è formata da un supporto fisso, al quale è appeso un filo, a cui è appesa orizzontalmente un’asticella isolante. A un’estremità dell’asticella è presente una sferetta carica positivamente, all’altra un elemento neutro che faccia da contrappeso. Con una sferetta carica positivamente a un supporto isolante, si tocca la sferetta carica della bilancia , che tende ad allontanarsi (legge di repulsione). La sferetta della bilancia, spostandosi, provoca una torsione del filo e raggiunge una posizione di equilibrio, che può essere letta sulla scala della bilancia. Questa misura consente di determinare l’intensità della forza.
 
Approfondisci: tutto su Alessandro Volta