L'atomo e le teorie atomiche: sintesi

Appunto inviato da marica86
/5

L'atomo e le teorie atomiche: sintesi sulle caratteristiche generali dell'atomo, la teoria di Dalton, di Rhuterford, di Bohr e la teoria moderna e la legge di Avogadro (9 pagine formato doc)

L'ATOMO E LE TEORIE ATOMICHE: SINTESI

Se numerose evidenze sperimentali avevano permesso di trovare l'esistenza delle particelle subatomiche, le loro dimensioni, cosí infinitamente piccole, non permettevano di visualizzarne la disposizione all'interno dell'atomo.

Gli scienziati, pertanto, a partire dalla fine del XIX secolo sentirono l'esigenza di ideare dei modelli.
I modelli atomici nacquero, dunque, dall'intuizione di alcuni scienziati di fronte all'impossibilitá di interpretare in modo semplice i fenomeni complessi.
Inizialmente un modello si basa su un numero limitato di fenomeni, ma quando ulteriori fenomeni non trovano in esso apprezzabile riscontro, é necessario perfezionarlo o addirittura sostituirlo con un altro che risulti più aderente alla realtà.

Atomo: definizione e struttura


TEORIA ATOMICA DI DALTON

La teoria atomica di Dalton.

Lo studioso inglese J.Dalton all'inizio del XIX secolo, attraverso l'ingegnosa interpretazione delle leggi fondamentali della chimica a quel tempo note (la legge della conservazione della massa e la legge delle proporzioni definite), alle quali aggiunse quella da lui stesso formulata (la legge delle proporzioni multiple) arrivó alla conclusione che la materia é discontinua cioé formata da particelle. Sulla base di queste tre leggi Dalton nel 1803 formuló la prima teoria atomica della materia. Tale teoria puó essere cosí schematizzata:
-    la materia non é continua, ma é composta da particelle che non possono essere  ulteriormente divisibili né trasformabili, gli atomi;
-    gli atomi di un particolare elemento sono tutti uguali tra loro e hanno la  stessa massa;
-    gli atomi di elementi diversi hanno massa e proprietá differenti;
-    le reazioni chimiche avvengono tra atomi interi e non tra frazioni di essi;
-    in una reazione chimica tra due o piú elementi gli atomi, pur conservando la  propria identitá, si combinano secondo rapporti definiti dando luogo a composti.

L'atomo: riassunto breve


L'ATOMO

L'atomo. L'atomo è la più piccola quantità di materia contenuta in una sostanza che rimane invariata qualunque sia la reazione chimica cui quella sostanza partecipa.
L'atomo però non rappresenta il costituente ultimo della materia. Globalmente neutro, l'atomo è infatti sostanzialmente formato da tre tipi da particelle: elettroni con carica elettrica negativa; protoni con carica elettrica positiva, uguale in valore assoluto a quella dell'elettrone; neutroni di massa leggermente superiore a quella del protone ed elettricamente neutri. I protoni e i neutroni occupano la parte centrale dell'atomo, il nucleo, nel quale è quindi concentrata la quasi totalità della massa atomica. La più piccola quantità di una sostanza che mantiene le proprietà della sostanza stessa si chiama molecola ed è costituita da un certo numero di atomi (da uno a diverse centinaia) che possono essere identici tra loro (ELEMENTI) oppure diversi (COMPOSTI).
Si conoscono più di un milione di composti ma solo 108 elementi. Ne segue che 108 sono i tipi diversi di atomi oggi conosciuti.