Fibra ottica: descrizione

Appunto inviato da cdgcdg
/5

La fibra ottica è una delle espressione più avanzate della tecnologia dell'informazione (1 pagine formato doc)

La fibra ottica è una delle espressione più avanzate della tecnologia dell'informazione, essendo in grado di trasportare enorm La fibra ottica è una delle espressione più avanzate della tecnologia dell'informazione, essendo in grado di trasportare enormi quantità di informazioni, con affidabilità e pulizia, a velocità molto superiori rispetto ai cavi in rame tradizionali.
La fibra ottica si differenzia dagli altri mezzi di trasmissione poiché consente di trasferire le informazioni digitali attraverso la propagazione di impulsi luminosi. Questa qualità conferisce alla fibra ottica immunità alle interferenze elettromagnetiche, migliori prestazioni in termini di attenuazione e affidabilità.Fisicamente si presenta come un cavo costituito da una sottile fibra di vetro o silicio, ad una estremità viene applicata una sorgente luminosa, quale un diodo led o un laser, che emette luce a seguito di un impulso elettrico, all'altra estremità si trova un rivelatore che trasforma la luce giunta in impulsi elettrici. Questi impulsi luminosi viaggiano all'interno della fibra ottica per lunghi tratti senza attenuazioni apprezzabili grazie al fenomeno della riflessione totale.
Sfruttando quindi la velocità che può raggiungere la luce si ottiene uno scambio di dati digitali molto rapido, attualmente intorno dai 54,9 Mbps ai 2,5 Gbps (ottica sincrona), ma che è anche implementabile utilizzando la tecnologia DWDM (Dense Wavelength Division Multiplexer) che sfrutta lo spettro ottico e associa ad ogni colore che lo compone un diverso canale di trasmissione dati, ogni lunghezza d'onda permette di trasmettere 10 miliardi di bit al secondo, ogni fibra può portare sino a 1000 lunghezze d'onda e un cavo può contenere 864 fibre, ne risulta che la capacità trasmissiva raggiungibile è di 8,6 Petabit per secondo (ovvero 8,6 milioni di miliardi), chiaramente parliamo di dorsali intercontinentali.Attualmente esistono due tipi di sistema DWDM, Long Haul e Metropolitano, il primo e il più sviluppato permette distanze senza amplificazione fino a 400 km, supportando protocolli SDH, ATM e IP, il secondo supporta connessioni punto-punto, multipunto e ring protetto, con una distanza senza amplificazione fino a 80 km e trasparente a tutti i protocolli.Il sistema DWDM consente, quindi di far fronte in maniera ottimale alla sempre crescente necessità di banda, dovuta al notevole incremento dei servizi richiesti ed in particolare del tipo multi-media broadband. Telecom Italia Wireline investirà il tale tecnologia 400 miliardi entro il settembre 2001 e porterà un incremento della capacità di trasmissione maggiore di 16 volte rispetto all'attuale fibra, il progetto non presuppone scavi ma collega la fibra ottica già esistente in sei anelli. L'obiettivo è quello di coprire il 44% dei collegamenti in internet della popolazione italiana entro il 2003, con una crescita della velocità del traffico on-line del 90%. Attualmente sono in atto cambiamenti anche riguardo l'ultimo miglio (argomento che r