Il lavoro e il momento angolare

Appunto inviato da marcobz
/5

Il lavoro di una forza.Il tempo e la potenza.La quantità di moto.(formato word 3 pg) (0 pagine formato doc)

Lavoro di una forza Lavoro di una forza Il lavoro di una forza è uguale al prodotto dello spostamento per la proiezione della forza in direzione dello spostamento.
Consideriamo un peso p: Se è appoggiato su un piano senza forza di attrito e io soffio questo si muove di M.R.U all´infinito Al momento non fa alcun lavoro perché L=F*s*cos? se ?90° cos90°=0 quindi il lavoro è 0 Se lo stesso peso è sospeso e lo faccio cadere compie uno spostamento In questo caso fa un lavoro perché L=F*s*cos? se ?0 cos0=0 quindi L=F*s Il tempo e la potenza Quando lavoro devo prendere in considerazione anche il tempo. Il rapporto tra il tempo ed il lavoro mi da la potenza P=L / t oppure P=L/t= (F*s*cos?/t l´unita di misura della potenza è il watt che corrisponde al rapporto Joul/secondo Posso anche scrivere P=L/t= F*v*cos? perché velocitá=spazio/tempo Altre misure che si usano sono il Kwh (kilowattora)=3.600.000 Joul o il cavallo CV= 735watt Energia possibilitá di un corpo di fare un lavoro Cinetica: energia di movimento ; di un corpo in movimento L=F*s ma F=m*a e spostamento=1/2 at² nel M.R.U.A quindi L=m*a*1/2at² e so che V=a*t e quindi L=1/2m*v² enegia cinetica: semiprodotto della massa per il quadrato della velocitá Potenziale: energia di posizione ,statica; di un corpo fermo en potenziale è il prodotto del peso di un corpo per il suo dislivello rispetto ad un piano sottostante di riferimento Ep=P*?h em potenziale è il lavoro che fa il corpo per raggiungere il siano/sistema di riferimento Elastica:variazione di lavoro dovuta alla compressione o alla rarefazione di una molla; ho bisogno di due stati L=1/2 k*s² Ee=1/2*k* (s2² - s1²) Ee=variazione di energia per passare da uno stato all´altro.
Ee=1/2k*s² solo se lo stato s1=0 In un sistema meccanico isolato la somma delle tre energie potenziale cinetica ed elastica è costante nel tempo Fanno parte della energia meccanica Errori: - grossolani di distrazione - sistematiciproblemi allo strume -accidentali fattori esterni (temperatura…) l = l2 + l1 Ea= l2 - l1 scatri= lm - li 2 2 Ea = sommatoria Ea (?Ea) Er =Ea l (20± 0,2) Er=(0,2cm)/20cm =0,01 sensibilitá= minima variazione del valore di grandezza di uno strumento( metro=1cm; cronometro=1sec) portata= massima misura con una lettura prontezza = tempo di risposta di uno strumento precisione= valore indicato - valore ritenuto tolleranza= grado di precisione Ea= errore della misura (20±0,2); 0,2= errore Er= Errore assoluto/ misura E% = Errore relativo ? 100 Y=K funzione costante y=0;; Y=mx funzione lineare ?y/?x = pendenza y=mx +q traslazione retta ;m>0 pendenza positiva ;;m