Legge di Hooke, esperimento

Appunto inviato da daniel97juve
/5

verifica sperimentale della legge di Hooke (5 pagine formato docx)

LEGGE DI HOOKE ESPERIMENTO

Verifica sperimentale della legge di Hooke.

Procedimento:
1)    Blocca l’ aste verticale sul banco e attaccaci una molla;
2)    Tramite il righello misura la dimensione della molla in mm e trascrivere la misura su un foglio (servirà dopo);
3)    Aggiungere il porta pesi alla molla e misurarne la lunghezza della molla;
4)    Connettendo uno ad uno i pesetti tentando di trovare tutte le combinazioni, continuare in questo modo senza oltrepassare la portata massima della molla (Pmax)e trascrivere la forza applicata alla molla di ogni misurazione in g;
5)    Togliere il rilevamento della molla senza carichi alle altre misurazioni per quantificare l’ allungamento della molla;
6)    Compiere gli identici passaggi per l’ altra molla;
7)    Cambiare i g in N con la seguente formula: N= (g/1000)*9,8;
8)    Misura la costante di ogni misurazione e dopo calcolarne la media.

Esperimento sulla legge di Hooke


RELAZIONE SULLA LEGGE DI HOOKE

Considerazioni. Abbiamo potuto verificare che il coefficiente di elasticità delle molle rimane sempre costante qualunque sia la forza applicata alla molla.

L’ esperimento è riuscito e si verifica anche dai grafici che confermano la proporzionalità tra la forza peso applicata e l’ allungamento.
Domande:
La costante elastica di una molla è il rapporto tra la forza peso applicata alla molla (Fp) e l’ allungamento molla (Δl).
La portata massima di una molla è il massimo peso che si può applicabile a una molla.

Esperimento di laboratorio sulla legge di Hooke


ESPERIMENTO SULLA COSTANTE ELASTICA DELLA MOLLA

Se si superasse, la portate massima la molla si “deformerebbe” quindi se si andrebbe a fare una misura quest’ ultima risulterebbe imprecisa.
Aumentando il peso la molla si verifica l’ allungamento.  Le due cose variano seguendo una regola : all’ aumentare della forza applicata l’ allungamento incrementa a pari passo con la forza applicata quindi si può dire che è costante.
L’allungamento massimo secondo me deve essere calcolato tramite una formula (Pmax/k); quindi per la  prima molla (Pmax 80g) è: 0,784 N/2,8 N/m = 0,28 m mentre per la seconda (Pmax 250g) :  2, 45 N/19,6 N/m = 0,125 m.