massa equivalente di un calorimetro delle mescolanze

Appunto inviato da ladycatacomba
/5

determinazione sperimentale della massa equivalente di un calorimetro delle mescolanze (2 pagine formato doc)

Il calorimetro è un dispositivo per la misura della quantità di calore e delle proprietà termiche delle sostanze nel quale avviene uno scambio di energia vincolato dalla dispersione.
E’ un contenitore adiabatico quindi non c’è scambio di calore con l’ambiente esterno, l’unico scambio energetico è quello che c’è all’interno. Il calore viene condotto per conduzione che è la propagazione del calore caratteristica dei corpi solidi. E’ costituito da un coperchio, che non è un buon conduttore di calore, munito di miscelatore, cioè un cerchietto collegato all’esterno che serve per miscelare. Nel coperchio c’è anche l’agitatore e un buco dove viene posto il termometro.
Siccome al trasferimento tra l’esterno e l’interno deve essere rapido, c’è il rischio di rompere la parete di vetro, quindi per evitare questo si adagia una reticella nel fondo così quando si muove il miscelatore sbatte contro questa. L’involucro esterno è realizzato con un materiale isolante termico, in questo caso di plastica. All’interno il cilindro è costituito dal vetro con superficie argentata trattata in maniera speculare che serve per evitare lo scambio con l’esterno, quindi si può vedere che ha la doppia parete