Misurazione di un parallelepipedo

Appunto inviato da bubbino1993
/5

Misurazione di un contenitore a forma di parallelepipedo (2 pagine formato doc)

Lo strumento usato per il nostro esperimento è il calibro (qui rappresentato).
Il calibro permette di misurare lunghezze al massimo di una ventina di centimetri con una sensibilità migliore del decimo di millimetro.
Il calibro è costituito da una parte fissa e da una mobile, con le quali si può stringere un oggetto.
Sulla parte fissa c'è una scala in centimetri, con divisioni di un millimetro, mentre sulla parte mobile, detta “nonio”, c'è un'altra piccola scala che serve ad aumentare di molto la sensibilità di lettura.
Esistono calibri di diversa sensibilità, come quello ventesimale (da noi utilizzato), cioè con il nonio diviso in venti parti; ogni tacca corrisponde a un ventesimo di millimetro, cioè 0,05 mm.
La scala del nonio è di solito numerata da 1 a 10 e vi è una tacca non numerata a metà dell'intervallo fra due tacche numerate successive.
 Questo è il portamine del quale abbiamo misurato altezza, larghezza, lunghezza e profondità.
Questo è il righello con il quale abbiamo trovato le misure dell’altezza, larghezza e lunghezza del contenitore di mine.
TABELLA:
Misure    Righello (cm)    Calibro ventesimale (mm)
Altezza            0,5    Non misurata
Larghezza    0,9    3,5
Lunghezza    6,4    59,1
Profondità    Non misurata    52,8
PROCEDIMENTO:
Abbiamo misurato un portamine a forma di parallelepipedo, prima con un righello di venti centimetri, e successivamente con un calibro ventesimale.
Con il righello abbiamo misurato l’altezza, la larghezza e la lunghezza del contenitore, mentre,con il calibro, abbiamo considerato la profondità, la larghezza e la lunghezza dell’oggetto.
.
.