Il movimento dei corpi

Appunto inviato da arial
/5

Le principali leggi della fisica sul movimento dei corpi. (3 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Fisica Fisica La fisica studia i fenomeni della natura ed è divisa in vari rami, ecco i principali: DISCIPLINA ARGOMENTO Acustica Lo studio delle proprietà del suono Fisica atomica Lo studio della struttura e delle proprietà dell'atomo Criogenia Lo studio del comportamento della materia a temperature estremamente basse Elettromagnetismo Lo studio del campo elettromagnetico Fisica delle particelle elementari o fisica delle alte energie Lo studio dei più piccoli componenti della materia Fluidodinamica Lo studio del comportamento dei fluidi in moto Geofisica Lo studio della fisica sullo studio della Terra Fisica matematica Lo studio dei modelli matematici applicabili ai fenomeni naturali Meccanica Lo studio del moto dei corpi e delle sue cause Fisica molecolare Lo studio delle strutture e delle proprietà delle molecole Fisica nucleare Lo studio la struttura e le proprietà del nucleo atomico Ottica Lo studio della propagazione della luce Fisica dei plasmi Lo studio del comportamento dei gas altamente ionizzati Fisica quantistica Lo studio del comportamento di sistemi microscopici applicando il concetto di quantizazione Fisica dello stato solido o della materia condensata Lo studio delle proprietà fisiche dei materiali solidi Meccanica statica Lo studio i sistemi costituiti da un numero altissimo di particelle applicandoci i principi della statica Termodinamica Lo studio del calore e delle trasformazioni dell'energia da una forma all'altra Il movimento dei corpi Studia il moto (movimento) di un corpo e deriva della meccanica.
Che cosa è il moto? Il moto è il cambiamento di posizione, di un oggetto, nello spazio ed è relativo all'osservatore: si può parlare di moto quando si ha un sistema (punto) di riferimento.
Un corpo che mantiene costante la sua posizione nel tempo rispetto all'osservatore è detto in quiete, se invece la cambia è detto in moto. Alcuni esperti affermano che non esiste la quiete assoluta, se l'osservatore è nell'universo, perché rispetto a esso tutti i pianeti, i corpi celesti, insomma tutto ciò che è nell'universo e quindi ciò che vi è sopra si muove. La traiettoria è la linea immaginaria che traccia, momento per momento, la posizione del corpo in movimento. Essa può essere rettilinea, se mantiene sempre la stessa direzione, o curva, se la cambia. La velocità E' importante il rapporto tra 2 1grandezze dal quale si ricava un'altra grandezza: le due grandezze sono spazio (“s”), che si misura in metri (“m”) e il tempo (“t”), che si calcola in secondi (“s”).Il rapporto tra s e t crea la velocità (“v”) che si misura in metri al secondo (“m/s”). s/t = v t . v = s s/v = t La velocità media e la media della velocità in rapporto al tempo. In statistica la media è uguale alla somma delle grandezze date diviso il numero dei dati. Esempio: Dati: 1)4 -1° compito di storia -2° compito di storia 3)5 -3° compito di storia 4+6+5=15 somma dei voti 15/3=5 media dei voti La veloci