Relazione sulla colorazione della fiamma

Appunto inviato da enry
/5

Esperienza di laboratorio sulla colorazione della fiamma. ( 1 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Relazione TITOLO DELL'ESPERIENZA: riconoscimento delle sostanze alla fiamma.
SCOPO DELL'ESPERIENZA: imparare a riconoscere i vari gas attraverso la colorazione della fiamma. MATERIALI UTILIZZATI: - anse di platino; - provetta con acido cloridrico; - becco Bunsen; - litio cloruro; - clorato di bario; - cloruro di sodio; - nitrato di stronzio; - solfato di rame. DESCRIZIONE OPERATIVA: avendo a disposizione una o più anse di platino, bastoncelli di vetro con un filo di platino, e un certo numero di sostanze chimiche, l'esperimento è stato effettuato in base alle seguenti modalità: l'ansa di platino è stata intinta all'interno di una delle sostanze chimiche (quelle utilizzate sono state il litio cloruro, il clorato di bario, il cloruro di sodio, il nitrato di stronzio e il solfato di rame), effettuato ciò è stata posta sul fuoco di un becco bunsen, del quale si è prima accertato il colore azzurro della fiamma. Ponendo l'ansa di platino a contatto con il fuoco, la fiamma ha assunto così diverse colorazioni a causa dell'utilizzo delle differenti sostanze.
È stata effettuata questa operazione più volte, con i vari composti chimici, badando che prima di utilizzarla, l'ansa venisse bagnata nell'acido cloridrico, tanto per pulirla quanto per far si che le sostanze vi si attaccassero più facilmente. TABELLA: sostanza chimica colorazione della fiamma litio cloruro rosso fucsia clorato di bario verde chiaro cloruro di sodio giallo nitrato di stronzio rosso di siena solfato di rame verde smeraldo OSSERVAZIONI E CONCLUSIONI: dai dati riportati sulla tabella possiamo osservare che in base alla sostanza che è a contatto con il fuoco, lo stesso può assumere una colorazione differente. Da ciò è possibile osservare che ogni sostanza chimica reagisce alla fiamma, a causa della sua composizione, in modo differente, emettendo, quindi, gas diversamente colorati. Dai colori emessi è possibile osservare le sostanze chimiche corrispondenti.