Il cuore

Appunto inviato da pakle
/5

Fisiologia del cuore (4 pagine formato doc)

Il cuore è un organo cavo a parete muscolare.
È formato da quattro cavità: - due atri - due ventricoli Gli atri sono tra loro separati ma comunicano con i sottostanti ventricoli grazie un ampio orificio-atrio-ventricolare la cui apertura e chiusura è regolata da un sistema valvolare: - valvola tricuspide a destra - valvola mitrale o bicuspide a sinistra La presenza di un setto interatriale e di un setto interventricolare determina la suddivisione verticale del cuore in una metà destra e una sinistra. La massa del cuore è di circa 300g nel maschio, 250g nella femmina. All’atrio destro giungono le vene cave, che riportano il sangue refluo della grande circolazione. Nell’atrio sinistro sboccano le quattro vene polmonari che riportano al cuore il sangue refluo della piccola circolazione. Dal ventricolo destro si origina l’arteria polmonare, principale vaso arterioso della piccola circolazione. Dal ventricolo sinistro nasce l’aorta, arteria della grande circolazione. La grande circolazione inizia nel ventricolo sinistro, ove si origina l’aorta, e termina nell’atrio destro dove sfociano le due vene cave. La piccola circolazione nasce nel ventricolo destro con l’arteria polmonare e termina con le quattro vene polmonari nell’atrio sinistro.Ha lo scopo di portare al polmone il sangue refluo della grande circolazione, dove avviene a livello dei capillari polmonari il fenomeno dell’ematosi, eliminazione anidride carbonica e captazione ossigeno. Fisiologia del cuore Come detto, il cuore è un organo cavo a parete muscolare. Il tessuto muscolare è detto cardiaco (o più precisamente miocardio) ed è differente dal muscolo scheletrico per due principali caratteristiche: 1) presenta una rete (sincizio funzionale) di cellule in comunicazione tra di loro e che si contraggono senza segnali neuromuscolari (automaticità; non tutte) 2) non esistono placche motrici L’azione del cuore è ritmica, infatti la sua muscolatura si contrae e si rilascia alternativamente e in modo coordinato nel corso di un ciclo cardiaco.
Ciò fa si che il cuore possa fornire al sangue l’energia necessaria a farlo scorrere nei vasi. La contrazione del miocardio, come accennato, non è avviata dall’impulso di un nervo motore, ma da cellule muscolari cardiache specializzate e raggruppate in una struttura, il nodo del seno (SA) a livello dello sbocco della vena cava sup.nell’atrio destro. Tre fasci presenti ne