Il polmone

Appunto inviato da pakle
/5

Fisiologia del polmone (5 pagine formato doc)

Funzioni del sistema respiratorio La principale funzione del sistema respiratorio consiste nel prelevare ossigeno dalll’ambiente, distribuirlo tramite il sangue alle cellule dell’organismo e di asportare dalle stesse anidride carbonica.
Il sangue proveniente dalla cellula, ricco di CO2 (sangue venoso), trova nell’alveolo polmonare le condizioni ideali per cedere CO2 e acquisire O2, seguendo i propri gradienti. Tale processo è detto arterializzazione del sangue, cioè trasformazione di sangue venoso in arterioso. Inoltre, tale scambio è fortemente controllato dalla presenza di chemocettori (aortici e carotidei) che vanno a costituire un meccanismo a feedback: essi informano il centro respiratorio della pressione parziale di CO2 e O2. Un aumento della CO2 e una diminuzione di O2 nel sangue arterioso provocano un aumento della ventilazione polmonare che tenderà a riportare le pressioni dei gas alveolari a valori adeguati alle necessità delle cellule. Un’altra importante funzione del sistema respiratorio consiste nel modificare la qualità dell’aria inspirata attraverso le cavità orale e nasale.
La prima permette una inspirazione più ampia, riducendo il lavoro dei muscoli inspiratori del 50% e incontrando meno resistenze rispetto alla cavità nasale; questa però permette un adeguato riscaldamento dell’aria ed una inspirazione depurata da polveri e batteri. Anatomia funzionale Fanno parte del sistema respiratoriole vie aeree superiori, il polmone , la gabbia toracica e la parete addominale. Il polmone in vivo è per così dire “appeso” per gli apici e adagiato sul diaframma. Esso conta di una struttura elastica senza impalcatura che ricopre un’importanza funzionale enorme, giustificando la passività dell’atto espiratorio. Le vie aerre superiori sono bocca, naso, faringe e laringe. La trachea e la prima vie aerea intrapolmonare: si suddivide in due bronchi che a loro volta subiscono numerose divisioni fino agli alveoli. Trachea e bronchi sono dotati di una struttura cartilaginea ad anello incompleto. I bronchioli nelle prime 16 generazioni fungono solo da trasporto dei gas, mentre le successive sono in grado di iteragire con il sangue (perché tapezzati da alveoli) e quindi di costituire l’unità funzionale del polmone: alveolo-polmonare. La riduzione del calibro di ciascun condotto fino agli alveoli non significa che aumenta la resistenza offerta all’aria, anzi tali condotti oltre che in serie sono anche in parallelo e fanno si che la sezione trasversale totale sia sempre in aumento. Esistono circa 300milioni di unità alveolo-capillare nell’uomo che riforniscono le cellule di energia secondo il loro fabbisogno. Il singolo alveolo ha forma esagonale e diametro di 0,3mm costituito da uno strato di cellule epiteliali e da cellule alveolari (pneumociti I e II ordine). I capillari polmonari hanno un diametro di circa 10nm e lunghezza di 1 mm. Essi si dispongono attorno al singolo alveolo (circa 1000capillari) da cui sono divisi per mezzo della sola membr