Stati di aggregazione della materia: gassoso, solido e liquido

Appunto inviato da roar88
/5

Gli stati di aggregazione della materia, legge di Boyle, legge di Charles, legge dei gas ideali e legge di Dalton (3 pagine formato doc)

STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA

Stato gassoso.

Definizioni. Stato di Aggregazione. Stato fisico - solido, liquido, gassoso - in cui si trova la materia. Allo stato solido la materia possiede forma e volume proprio; allo stato liquido possiede volume proprio ma assume la forma del recipiente in cui è contenuta; allo stato gassoso non possiede né forma né volume proprio e occupa spontaneamente tutto il volume accessibile.
Proprietà estensiva. Proprietà fisica della materia che dipende dalla quantità di materia sulla quale viene determinata.
Il volume è una proprietà estensiva: quantità diverse di sostanze occupano volumi diversi (a parità di pressione e temperatura).
Proprietà intensiva. Proprietà fisica della materia che non dipende dalla quantità di materia sulla quale viene determinata. La pressione e la temperatura sono proprietà intensive.
Legge di Boyle. Esprime la relazione, a temperatura costante, tra la pressione e il volume di una determinata quantità di gas: pressione e volume sono inversamente proporzionali.
Legge di Charles. Esprime la relazione, a pressione costante, tra la temperatura e il volume di una determinata quantità di gas: temperatura e volume sono direttamente proporzionali.

Gas: definizione e proprietà

STATI DI AGGREGAZIONE E PASSAGGI DI STATO

Legge dei gas ideali. Esprime la relazione tra pressione, volume, temperatura e numero di moli di un gas. Per i gas reali è soddisfatta a basse pressioni (intorno a una atmosfera).
Legge di Avogadro. Parafrasa la legge dei gas ideali affermando che volumi uguali di gas diversi, nelle stesse condizioni di temperatura e di pressione, contengono lo stesso numero di molecole.
Legge di Dalton. Afferma che la pressione totale di una miscela gassosa è la somma delle pressioni parziali dei componenti la miscela.
Pressione parziale. Quella parte della pressione totale di una miscela gassosa dovuta a un certo componente; è la pressione che quel componente eserciterebbe se da solo occupasse tutto il volume occupato dalla miscela gassosa.
Frazione molare. Concentrazione di un componente in una miscela espressa come rapporto tra il numero delle moli di quel componente e il numero totale delle moli che compongono la miscela.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DI OGNI STATO DI AGGREGAZIONE

GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA - La materia può trovarsi in tre stati fisici fondamentali: solido, liquido, gassoso.
I tre stati si differenziano nettamente anche a livello macroscopico: i gas non hanno forma e volume propri e tendono ad occupare spontaneamente tutto il volume accessibile; i liquidi hanno volume proprio ma assumono la forma del recipiente in cui sono contenuti; i solidi hanno forma e volume proprio.
Esistono situazioni in cui coesistono due o più stati della materia: ghiaccio con acqua liquida e vapore d’acqua in un recipiente chiuso alla temperatura di congelamento.
Esistono sostanze non ottenibili in un certo stato fisico. Lo zucchero esiste solo allo stato solido; per riscaldamento infatti decompone e quindi non passa allo stato liquido né successivamente allo stato di vapore.
I gas hanno giocato un ruolo centrale nella storia della chimica; sono state le prime sostanze le cui proprietà fisiche sono state spiegate in termini di leggi semplici; la capacità della teoria atomica di spiegare il comportamento dei gas è una delle prove più convincenti della sua validità.