"Leggere la fotografia" di Augusto Pieroni

Appunto inviato da valentinarturo
/5

Note sintetiche e riassuntive del manuale (12 pagine formato doc)

LEGGERE LA FOTOGRAFIA

La cultura occidentale ci ha dato l'illusione di poter vedere, attraverso la fotografia, la tv e il cinema, il mondo lontano da noi, come se fosse qui.
Marshall McLhuan parla di mass media come protesi dei nostri sensi. Ci si deve accostare alla fotografia sia come fatto simbolico, come artefatto carico di senso, sia come fatto storico, carico di memoria. La fotografia è apprezzabile quanto studiabile. Ronald Barthes nella camera chiara 1980 distingue 2 modi opposti di ricevere l' immagine fotografica: da una parte lo studium cioe l'analisi, l'interesse generico per ciò che riguarda l'immagine e il punctum un interesse diverso per ognuno di noi.

OTTURATORE: dispositivo tipico della fotografia che consente il controllo del flusso di luce che genera l'immagine secondo il principio della camera obscura. Principio di cui si sono serviti i pittori dall'umanesimo fino a che nel 1839 si sono brevettati diversi procedimenti chimici, la nascita della fotografia, appunto.
In francia con Daguerre su idee di Niepce e in Gran Bretagna con Talbot. Procedimenti chimici che permettono di fissare l'immagine. Tra i primi fenomeni fotografici ci sono i dagherrotipi : immagini positive in sali d'argento fissate su superfici di rame argentato, poste sotto vetro e inserite in cassettine di legno velluto e stoffa, visibili orientandole verso la luce. Gia verso la fine dell'800 la fotografia ricreavano immagini esistenti e ritratti. Sviluppi e novità: cambiano le pellicole e le macchine e non servono piu minuti di posa, bastano pochi secondi. Nel 1888 nasce la Kodak e le prime macchine portatili, tra il 1930.60 immagini a colori, a metà del 900 compaiono le pellicole a sviluppo istantaneo, le Polaroid.

APPARTENENZE

I punti di vista complementare necessari ad un'analisi ampia di una fotografia sono: contesti, forme e contenuti. Dove queste indagini convergono vi è il testo. Se 1 delle 3 aree si comprime l'altra si amplia ad es. se le forme perdono importanza i contesti e i contenuti prevalgono (arte concettuale). Una stessa immagine ha un senso diverso a seconda di dove si trova. La scrittrice statunitense Susan Sontag dice che poichè la fotografia è solo un frammento, il suo peso morale ed emotivo dipende da dove viene inserita. Il contesto è fondamentale per la lettura di una foto. I contesti possono essere interni o esterni all'opera. Questi contesti possono fornire informazioni sulla produzione e la ricezione di un'immagine fotografica.