Corneille: vita e opere

Appunto inviato da fildu
/5

biografia ed excursus sulla produzione teatrale dello scrittore francese, Corneille (2 pagine formato doc)

CORNEILLE: VITA E OPERE

Corneille.

La vita. Pier Corneille nasce nel 1606 a Rouen in una famiglia della piccola borghesia. Fa degli studi brillanti presso i gesuiti e si orienta verso la carriera di avvocato anche se profondamente attirato dal teatro. A 23 anni pubblica la sua prima commedia ,Melite, che risulta immediatamente un successo.
Continua con il genere comico e successivamente approda al genere della tragedia con Medeè ( 1635 ) conquistando così la protezione del cardinale Richelieu.
Nel 1636 scrive un’altra commedia intitolata “L’illusion comique”.
A 30 anni con il Cid conosce nello stesso tempo la gloria ma anche l’amarezza da parte della classe politica.
Le sue sono delle autentiche opere d’arte :
-1640 Horace – tragedia
-1641 Cinna  - Tragedia
-1643 Polyeucte – Tragedia
-1644 La mort de Pompe – tragedia , Rodogugne – tragedia , Le menteur – commedia.

Le Cid: riassunto breve


PIERRE CORNEILLE OPERE

Dopo l’insucesso di una nuova opera Corneille si ritira a Rouen con la sua famiglia.
Torna a Parigi nel 1662 cercando di rinnovarsi ma la gloria acquisita in gioventù ostacola tale intento.
Le ultime tragedie non sono molto ben comprese dal pubblico e  non riesce dunque ad uguagliare il successo avuto in gioventù.
Alla fine della sua vita Corneille si sente messo da parte e per questo Luigi XIV rimette in scena le sue più grandi opere.
Corneille muore nel 1684.

Le cid: riassunto in francese


CORNEILLE LE CID

Le cid – 1636. IL cid entusiasmò molto il pubblico poiché parlava di principi , come quelli della cavalleria e dell’onore ancora ben presenti all’interno dell’animo delle persone.
Corneille si ispira a delle leggende spagnole cavalleresche riguardanti il re di castiglia che intraprende la conquista del regno arabo di Valencia.
Corneille sa adattare questa opera straniera agli usi del teatro francese , semplificando e condensando l’azione drammatica in modo da rispettare la regola delle tre unità.
Rodrigue e Chimene si amano ma i suoi sentimenti sono messi a dura prova da una questione di onore familiare.

Don Gomes , padre di Chimene , ha schiaffeggiato alla fine di una lite il padre di Rodrigue , Don Diegue.
Rodrigue deve quindi vendicare il padre e lo fa uccidendo il padre della sua innamorata.
Chimene , scegliendo l’onore invece che l’amore , accusa l’assassino di suo padre davanti al re.
Rodrigue è intanto diventato un eroe nazionale poiché ha respinto l’attacco dei saraceni.
Chimene si ostina e chiede che un suo cavaliere Cervantes sfidi a duello l’assassino di suo padre.
Il duello si svolge e , credendo che nel contendere Rodrigo sia morto , Chimene lascia sfogare il suo dolore , prova del suo amore.
Fortunatamente Rodrigue è vivo ed il Re fa sposare i due giovani.

 

Moliere, Racine e Corneille: riassunto in francese